Ritocchi per i biglietti dei bus. Servizio gratuito per gli studenti costretti a cambiare sede per i lavori in corso

Un bus
Un bus
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Martedì 13 Settembre 2022, 03:45

ASCOLI - Non solo lezioni, orari da aggiustare, personale, spazi didattici e aule (trasferimenti inclusi) nell’agenda dell’Arengo, della Provincia e dei dirigenti degli istituti, per l’anno scolastico ormai dietro l’angolo, ma anche una serie di rimodulazioni dei servizi strettamente collegati e, in particolare, del trasporto pubblico con un occhio di riguardo per gli studenti e le famiglie.

A poche ora dalla prima campanella, arrivano ritocchi e ulteriori novità, in tal senso, che accompagneranno l’avvio delle attività didattiche. 

Novità tra cui, innanzitutto, la predisposizione di nuovi scuolabus e percorsi per il duplice collegamento gratuito per gli studenti di Infanzia e Primaria a Sant’Agostino (con capolinea) e le due sedi temporanee, Ceci e D’Azeglio, che ospiteranno gli stessi per tutto il nuovo anno di lezioni. Con conferme per la gratuità degli spostamenti con bus della Start, anche per gli studenti della media di Monticelli ancora chiamati a svolgere l’attività didattica nella sede di via Sardegna a Tofare e anche per l’esonero dal pagamento di servizi di trasporto, mense e asili nido per gli studenti ucraini arrivati ad Ascoli per fuggire dalla guerra. Il tutto anche con qualche ritocco alle tariffe indicato dalla Regione per l’aumento dei costi del servizio e per le modifiche ad alcune tipologie di biglietto e abbonamenti per l’utilizzo dei bus del servizio pubblico, garantito come sempre dalla Start anche agli studenti delle scuole superiori. 

Sul fronte del trasporto scolastico, con l’utilizzo degli scuolabus, l’Arengo ha definito in primis l’attivazione del collegamento gratuito per consentire agli alunni della sede di Sant’Agostino (trasformata in cantiere per l’effettuazione dei lavori antisismici) di spostarsi quotidianamente nelle aule rese disponibili alla Ceci, per l’Infanzia, e alla D’Azeglio per la Primaria. In tal senso, si è individuato il capolinea per lo scuolabus proprio davanti al plesso di Sant’Agostino, con destinazione le due nuove sedi provvisorie ed eventuali punti intermedi, lungo il tragitto, di raccolta degli studenti. Una soluzione che, come valutato anche dalla polizia municipale, servirà anche ad evitare flussi veicolari importanti che andrebbero ad appesantire ulteriormente, specie nelle ore di punta delle scuole, il traffico cittadino. Parallelamente, l’amministrazione comunale ha deciso di garantire anche per questo ulteriore anno didattico il servizio gratuito di trasporto scolastico per gli studenti della Media Don Giussani (con cantiere aperto) provenienti da Monticelli e Poggio di Bretta che continueranno a svolgere le lezioni in via Sardegna. Ulteriore misura messa a punto dall’Arengo, la concessione anche per quest’anno scolastico dei servizi gratuiti di mense, trasporto e rette degli asili-nido per gli studenti ucraini (attualmente 10) arrivati in città a causa della guerra. 

In linea con la delibera della giunta regionale relativa al sistema tariffario per il trasporto pubblico, rimodulato anche per l’aumento dei costi di carburante, ora anche l’amministrazione comunale ascolana si è adeguata andando a ritoccare alcune tipologie di biglietti e abbonamenti. Nello specifico, il biglietto orario (con validità 60 minuti), passa da 1,25 a 1,35 euro, mentre il biglietto andata e ritorno con validità di un giorno solare si trasforma in biglietto con validità 24 ore dalla prima obliterazione e passa da 2 a 2,20 euro. Il carnet di 10 biglietti orari passa, invece, da 11,50 a 12,50 euro. Restano, invece, inalterati il biglietto giornaliero a 4 euro, il biglietto settimanale a 11,30 euro, l’abbonamento mensile per l’intera rete a 34 euro, l’abbonamento annuale per l’intera rete a 340 euro. Così come resta invariato l’abbonamento mensile per gli studenti sull’intera rete, a 32 euro. Per quanto riguarda, inoltre, l’abbonamento annuale ordinario si passa 224 passa a 240 euro (con quello per gli studenti che avrà validità dal mese di settembre fino al 31 agosto del prossimo anno, con estensione all’intera rete del servizio extraurbano ed urbano regionale). Restano invariate, infine, le tariffe agevolate per determinate fasce sociali dell’utenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA