Buoni spesa per superare la crisi. Parte oggi la distribuzione: 700 le famiglie ascolane che hanno fatto richiesta di aiuti per superare le difficoltà

Lunedì 13 Dicembre 2021 di Luca Marcolini
Buoni spesa per superare la crisi. Parte oggi la distribuzione: 700 le famiglie ascolane che hanno fatto richiesta di aiuti per superare le difficoltà

ASCOLI - Il segnale è evidente: oltre 700 famiglie ascolane hanno richiesto i buoni spesa dell’Arengo per cercare di tamponare l’emergenza economica causata dagli effetti del Covid. E l’incremento del numero delle richieste, rispetto al precedente bando (le domande erano state circa 650), sta a confermare che la situazione non solo è ancora critica per molti nuclei familiari, ma si sta addirittura aggravando.

 
Un dato che conferma le previsioni dell’Arengo, con il sindaco Fioravanti e l’assessore alle politiche sociali Brugni che avevano già ipotizzato questo nuovo bando per aiutare chi è in difficoltà attraverso un nuovo sostegno economico, per beni alimentari e di prima necessità, per garantire un po’ di serenità in vista del Natale. Proprio per questo, gli uffici dei servizi sociali hanno già esaminato tutte le domande pervenute e da oggi si organizzerà con i vigili urbani e la protezione civile comunale la distribuzione dei buoni a domicilio per consegnarli entro la settimana.

«In stretto raccordo con il sindaco – spiega l’assessore Brugni – abbiamo voluto mettere in campo per tempo questo nuovo bando a fronte del perdurare di una situazione difficile per molte famiglie ascolane, come conferma il numero di domande pervenute. Lo scenario sembra essere anche più critico rispetto alla prima fase della pandemia. La nostra volontà è quella di continuare a stare al fianco di tutti coloro che si trovano in grande difficoltà. Vogliamo essere vicini agli ultimi, ai più fragili, per quanto è nelle nostre possibilità. E ci siamo già organizzati per riuscire a consegnare i buoni direttamente nelle case di tutte le famiglie prima di Natale, per far trascorrere loro in serenità almeno le festività».

Esaminate a tempo di record le oltre 700 domande per richiedere i buoni spesa pervenute all’Arengo entro la mezzanotte dello scorso 9 dicembre, gli uffici per le politiche sociali organizzeranno già da oggi la distribuzione dei voucher con polizia e protezione civile già da questa settimana. Va ricordato che, sulla base di questo ultimo bando comunale, potevano presentare le domande le famiglie residenti in città con un reddito Isee inferiore o uguale a 9mila euro annui.

Nel dettaglio, ad ogni nucleo familiare composto da una sola persona saranno consegnati buoni per un valore di 100 euro, a una famiglia di 2 persone 150 euro, a quelle con 3 componenti 200 euro, con 4 componenti 250 euro, con 5 persone 300 euro, 350 euro per 6 componenti e 450 euro per 7 o più componenti. In presenza di uno o più minori da 0 ai 3 anni di età o di persone disabili, l’importo sarà incrementato di 50 euro. I buoni potranno essere utilizzati entro 60 giorni dalla consegna negli esercizi commerciali inseriti nello specifico elenco del Comune. Altri sostegni sono stati previsti dall’Arengo, sempre attraverso il Servizio politiche sociali, su più fronti. Innanzitutto, è stata deliberata la compartecipazione comunale per il pagamento delle rette dei centri diurni per persone disabili, con una percentuale che sarà tanto più alta a fronte dei redditi più bassi degli utenti.

Inoltre, sono stati sbloccati 102mila euro per contributi da assegnare per i “caregiver”, in città e nei comuni dell’Ambito sociale. Infine, l’Arengo ha deciso di incrementare il proprio contributo per gli aiuti sugli affitti previsti nel 2022 e procederà con l’erogazione degli assegni di cura. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA