Bonus per gli affitti e contributi Arengo per la prima casa: ecco tutte le soluzioni disponibili

Domenica 29 Agosto 2021 di Luca Marcolini
Bonus per gli affitti e contributi Arengo per la prima casa: ecco tutte le soluzioni disponibili

ASCOLI - La priorità resta la stessa: tamponare l’emergenza sociale. L’Arengo, mentre da settembre comincerà a delineare il nuovo bando che dovrebbe uscire in autunno per un sostegno a tutte quelle famiglie che hanno effettivamente bisogno di un aiuto per poter andare avanti (stringendo quindi il cerchio e tenendo fuori eventuali furbetti), continua a muoversi su più fronti, con il sindaco Fioravanti e l’assessore alle politiche sociali Brugni in prima linea.

 

 

E anche sul fronte alloggi qualcosa si muove, con la concessione di contributi per l’acquisto della prima casa, grazie ad un finanziamento suppletivo della Regione di altri 125mila euro, ad altre cinque famiglie ascolane. Nel frattempo, però, dopo le verifiche, è emerso che 17 famiglie non sono state risultate ammissibili per quel che riguarda i contributi sugli affitti per emergenze causate dal Covid, con specifico bando su indicazione della Regione. 


Bando che era stato comunque affiancato da altri due avvisi per contributi sulle locazioni, di cui uno con fondi regionali e l’altro per iniziativa dell’Arengo con proprie risorse insieme a quelle donate da imprese e privati. Dopo il sostegno alle famiglie per la partecipazione dei figli ai centri estivi, ora il sindaco Fioravanti e l’assessore Brugni, da settembre, metteranno a punto gli ultimi dettagli per arrivare poi, in autunno, alla pubblicazione di un ulteriore bando ancor più mirato a sostenere i nuclei familiari realmente in ginocchio e impossibilitati ancora a pagare spese primarie come affitti o bollette delle utenze.

Un bando, utilizzando i circa 200mila euro stanziati dal Governo, con parametri sempre più stringenti per dirottare i soldi su chi ne ha veramente bisogno ed evitando che passi una linea che venga scambiata come assistenzialista anche per chi vorrebbe approfittarne. Rispetto ai bandi precedenti, ad esempio, si andranno a rimodulare il reddito Isee e altri parametri per evitare che ne approfitti chi non ne ha realmente bisogno. I contributi saranno finalizzati sempre a coprire spese primarie come bollette e affitti. 


Sul fronte dei contributi regionali per l’acquisto della prima casa, secondo quanto disposto dal servizio competente della Regione Marche, ora l’Arengo ha accertato l’arrivo di ulteriori 125mila euro da destinare ad altre 5 famiglie tra quelle che avevano presentato a suo tempo la richiesta per ottenere l’aiuto previsto per comprare la prima abitazione. Saranno, quindi, altre 5 famiglie, presenti nella graduatoria approvata, a beneficiare di questo contributo di 25mila euro a nucleo familiare per comprarsi un appartamento in cui andare a vivere.

La formalizzazione del contributo, come buono casa, avverrà solo dopo la comunicazione della data di stipula dell’atto notarile. Nel frattempo, per quel che riguarda, invece, la concessione di contributi per il pagamento degli affitti con fondi della Regione specificatamente ha chi ha avuto difficoltà temporanea a causa del Covid, 17 famiglie ascolane sono state ritenute non ammissibili e, quindi, non riceveranno il sostegno economico. Infine, la Regione ha destinato a Palazzo Arengo oltre 20mila euro che verranno utilizzati per pagare le rette non pagate da famiglie in difficoltà per la presenza di persone con disabilità all’interno di specifiche strutture residenziali. L’ennesimo esempio di come gli effetti della pandemia abbiano messo in ginocchio le famiglie sotto ogni punto di vista. 

 

Ultimo aggiornamento: 09:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA