Sempre meno giovani, scarseggia il sangue, l’appello dell'Avis: «Donate»

Sempre meno giovani, scarseggia il sangue, l appello dell'Avis: «Donate»
Sempre meno giovani, scarseggia il sangue, l’appello dell'Avis: «Donate»
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Luglio 2022, 06:25

ASCOLI -  La donazione di sangue in estate rappresenta un gesto estremamente importante. A ricordarcelo è la sezione comunale di Ascoli dell’Avis che proprio in queste ore sottolinea come sia necessario, più di sempre, che tutte le persone in buona salute tra i 18 e i 65 anni siano consapevoli della necessità del gesto del dono e che possano contribuire con la loro solidarietà a garantire la continua disponibilità di sangue anche durante l’attuale periodo di caldo eccessivo. 

 
L’appello
L’appello vede le sue radici nella consapevolezza da parte dell’associazione, presieduta da Maria Pia Mancini, del bisogno di una autentica campagna divulgativa proprio nel corso di ogni bella stagione, periodo in cui le donazioni finiscono con il subire sempre un importante calo.

Tendenza che comporta una criticità nella grande macchina del dono e che nel corso dei prossimi mesi potrebbe creare dei seri problemi a coloro che vivono grazie alle trasfusioni di sangue. Per questi motivi, l’associazione ricorda ai donatori di rispettare la convocazione o di prenotare una donazione, prima di decidere di partire per andare in vacanza. L’Avis comunale di Ascoli coglie l’occasione per rinnovare il proprio ringraziamento nei confronti dei suoi associati per il loro gesto, invitandoli a riflettere sul focus della campagna: “Quest’anno il vero salvagente puoi essere tu”. Un impegno, quello della sensibilizzazione in tal senso, che va seguire l’impegno dell’Avis provinciale, realtà presieduta da Stefano Felice.

Un’emergenza dettata soprattutto dall’ondata eccezionale di caldo che ha investito il nostro Paese e del suo perdurare dallo scorso mese di giugno. Se da un lato, il 2021 ha segnato una ripresa rispetto all’anno precedente, dall’altro va però ricordato quanto la raccolta di globuli rossi e plasma rimanga ancora lontana dall’epoca pre-covid. Tuttavia va sottolineato che nel 2021 per fortuna non è mancato l’apporto della popolazione dei donatori, che ha confermato, dopo più di due anni di pandemia, quella generosità e quella affidabilità che ha permesso al sistema trasfusionale di reggere anche in relazione alla più inaspettata delle emergenze. 


Il problema
I numeri sottolineano ancora una volta il dato del progressivo invecchiamento della popolazione dei donatori, a cui purtroppo segue a fatica un adeguato ricambio generazionale. Per contattare una zonale, prenotare la donazione e rispettare la data di convocazione è possibile contattare l’Avis di Ascoli al 335 380878 oppure l’Avis di San Benedetto al 334 7745928. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA