L’Arengo cancella i debiti. Niente sanzioni e interessi per chi paga quanto dovuto fino ad un massimo di mille euro

L Arengo cancella i debiti. Niente sanzioni e interessi per chi paga quanto dovuto fino ad un massimo di mille euro
L’Arengo cancella i debiti. Niente sanzioni e interessi per chi paga quanto dovuto fino ad un massimo di mille euro
di Marco Vannozzi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Febbraio 2023, 03:45 - Ultimo aggiornamento: 16:16
ASCOLI - Arriva l’ufficialità: l’Arengo dice sì allo stralcio dei debiti residui fino a mille euro. La misura sarà parziale: la legge di bilancio 2023, per i carichi affidati in riscossione da tali enti nel periodo 2000-2015, ha stabilito infatti un annullamento dei debiti riferito cioè solo a sanzioni e interessi, compresi gli interessi di mora. Le somme relative alla quota capitale restano interamente dovute.  

La delibera
 

Martedì, la giunta ha deliberato l’applicazione automatica dello stralcio parziale (limitato alle sanzioni e agli interessi e ai soli interessi in caso di violazioni al Codice della strada) dei debiti residui fino a mille euro, relativa a carichi iscritti in ruoli dal 2000 al 2015. Come già annunciato dal sindaco Marco Fioravanti qualche giorno fa proprio su queste colonne, l’Arengo acconsente alla possibilità prevista dalla Legge di bilancio varata dal Governo Meloni. L’Arengo presenta dei carichi iscritti a ruolo nel periodo oggetto di stralcio, potenzialmente soggetti all’annullamento parziale, per l’importo di circa 109mila euro, riguardanti principalmente il codice della strada. Così emerge dalle risultanze contabili disponibili nell’area riservata dell’agente della riscossione Agenzia delle Entrate. «Abbiamo deciso di aderire a questa possibilità permettendo a chi ha un debito entro una determinata somma di avere lo stralcio delle cartelle. Viviamo un momento particolare, difficile per molte famiglie, e crediamo che questa azione sia un ulteriore modo per tendere loro la mano – afferma Fioravanti -. Il Comune ha già provveduto a erogare fino a 300 euro ad ogni famiglia in difficoltà per contrastare il caro prezzi e l’aumento delle bollette.

Continueremo a dare il nostro supporto: ora abbiamo attivato anche il bonus affitti. Stiamo dando una risposta significativa e concreta alle famiglie e alle fasce più deboli». Per le multe stradali e le altre sanzioni amministrative (diverse da quelle per violazioni tributarie e degli obblighi contributivi e previdenziali) l’annullamento parziale riguarda gli interessi, comunque denominati, mentre la sanzione, le spese per le procedure esecutive e per la notifica della cartella saranno interamente dovute. 

Rottamazione quater


 
La stessa Legge di bilancio, in ogni caso, consente ai cittadini di presentare online una dichiarazione di adesione alla cosiddetta “definizione agevolata” (nota anche come “rottamazione quater”). La norma si applica a tutti i carichi pendenti in gestione all’Agenzia delle entrate relativi al periodo compreso tra l’anno 2000 e il 30 giugno 2022: entro il 30 aprile 2023 i contribuenti possono chiedere all’Agenzia delle entrate di ottenere i benefici analoghi allo stralcio automatico delle cartelle, con l’eliminazione delle sanzioni e degli interessi, ma soltanto in caso di impegno a pagare la quota capitale e le spese di notifica e di procedura esecutiva in un’unica soluzione entro il 31 luglio di quest’anno, oppure a rate. «Questa misura, relativamente ai propri carichi affidati agli agenti della riscossione, non determina un pregiudizio agli equilibri finanziari dell’ente ed effetti negativi sul risultato di amministrazione – aggiunge l’assessore al bilancio del Comune, Dario Corradetti -. Inoltre, il recupero di queste somme è spesso molto difficile e particolarmente oneroso. Per gli anni che vanno dal 2000 fino al 30 giugno 2022, i contribuenti possono chiedere di ottenere dei benefici analoghi allo stralcio automatico con l’eliminazione delle sanzioni e degli interessi e l’impegno a pagare la quota capitale e le spese di notifica e delle procedure esecutive».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA