Si alza il sipario sull’Accademia: al via due corsi a S. Agostino. Ecco cosa cambierà nel prossimo anno

Domenica 24 Ottobre 2021 di Filippo Ferretti
Si alza il sipario sull Accademia: al via due corsi a S. Agostino. Ecco cosa cambierà nel prossimo anno

ASCOLI  - “Frida Art Academy”: finalmente si parte. Il 4 dicembre, la città diventerà sede del percorso di alta formazione artistica dell’Accademia di belle arti di Macerata. Si tratta del primo tassello di una convenzione che è stata firmata la scorsa estate dall’Arengo. Ascoli ospiterà i corsi di alta formazione artistica “Ars in scaena” che si terranno in diverse location del centro storico. L’accordo, siglato dal sindaco Marco Fioravanti e dall’assessore Donatella Ferretti con la direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Macerata Rossella Ghezzi e il direttore didattico della sede ascolana, Nazzareno Rossi, sancisce l’avvio dei primi due iter formativi. 

 

Si tratta di “Arti visive e performative”, della durata di 100 ore, e di “Pittura e scuola libera del nudo” con lezioni in sala posa di 100 ore. Quest’ultimo corso, il cui open day gratuito è fissato per il 27 novembre, verrà strutturato nell’arco di 12 weekend, incentrato sulla figurazione dal vero; uno svolgimento che potrà contare su un massimo di 15 allievi e che si svolgerà ogni sabato, dalle 15 alle ore 19. Due corsi che gli organizzatori hanno in mente di ampliare nel tempo mediante l’introduzione di altre discipline. 


La gestione del progetto è stato affidato all’associazione Frida Art Academy (Fondazione ricerca discipline artistiche) e al suo direttore Nazzareno Rossi. Si tratta di un corso post-laurea aperto ad un numero limitato di iscritti, con il rilascio di crediti formativi. Un impegno che prevede audizioni per accedervi e l’assegnazione di borse di studio a seconda del reddito. L’Art Academy sarà ubicata al polo culturale Sant’Agostino, sito che permette di creare sinergie didattiche trasversali, legate alla consultazione dei testi ed alla frequentazione dell’opera d’arte contemporanea, data la presenza della galleria che ospita, tra l’altro, opere di Fontana, Morandi, Matta e Licini. . Il progetto, per il 2022 prevede l’apertura di corsi di arti scultoree, arti sceniche e cinematografiche. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA