Ascoli, Alice Pagani stella nascente:
sarà protagonista nella serie "Baby"

Venerdì 31 Agosto 2018 di Filippo Ferretti
Ascoli, Alice Pagani stella nascente: sarà protagonista nella serie "Baby"
ASCOLI - Sarebbe piaciuta molto a Pier Paolo Pasolini, che amava rintracciare nobiltà d’animo in volti acerbi e malinconici. Ora, dopo la sua non facilmente dimenticabile presenza nel dittico di Sorrentino, “Loro”, dove interpreta una giovanissima olgettina in grado di sottrarsi alle avances del Cavaliere, torna sullo schermo per essere una minorenne che farà nuovamente discutere, in “Baby”, la serie di Netflix ispirata alla vicenda delle studentesse romane che vendevano il loro corpo ad adulti abbienti nel quartiere Parioli. Parliamo di Alice Pagani, l’ascolana di 20 anni su cui da qualche anno ha deciso di scommettere il cinema italiano, dopo le fortunate prove dello scorso anno offerte dall’attrice in “Il Permesso” di Claudio Amendola e in “Classe Zeta” di Guido Chiesa.
  
Questo nuovo film di cui è protagonista, che sarà costruito in sei episodi diretti da Andrea De Sica con la collaborazione di Anna Negri, sarà pronto per la fine dell’anno ed è attesissimo. Farà molto discutere non solo la storia delle baby squillo, a causa anche dei vip che furono coinvolti nello scandalo del 2014, ma anche perché affonderà il bisturi in tematiche delicate quali la mercificazione del corpo, il materialismo e la solitudine a cui è incline parte delle nuove generazioni, oltre ad evidenziare le perversioni di cui è vittima un certo agiato ceto sociale contemporaneo. Alice Pagani ha il ruolo di Ludovica, liceale che vive in uno stato di simbiosi con l’amica Chiara, interpretata da Benedetta Porcarolo, entrambe al centro di un legame talmente forte da sfiorare l’amore.
 
Andrea De Sica, figlio di Manuel e nipote di Vittorio, aveva già dimostrato di sapersi destreggiare egregiamente in certi climi con la sua precedente pellicola, la premiatissima opera prima “I figli della notte”, in cui narrava di interazioni morbose di ragazzi benestanti all’interno di un inquietante college. La serie “Baby”, ambientata all’interno di un liceo romano, in vari ambienti capitolini e in alcune ville del litorale laziale, sarà disponibile in oltre 150 Paesi entro la fine dell’anno e potrà contare su un cast imponente, costituito da tanti giovanissimi interpreti, ciascuno intento a dare vita a personaggi dalle psicologie forti, inclini alla trasgressioni, rivelando alla fine di essere tutti vittime di un grande vuoto affettivo.
 
Accanto a loro, spiccano importanti e popolari nomi, quali quello di Isabella Ferrari, a cui spetta il compito di dare volto ad una madre “pariolina” e di Claudia Pandolfi, nei panni dell’insegnante dell’istituto scolastico. Alice Pagani, ormai rodata ai ruoli di ragazza tormentata, punta di diamante della scuola di recitazione guidata da Yvonne D’Abbraccio, ha molto lavorato per potersi calare nel carattere di questa ragazza della “Roma Bene”, luogo dipinto come un girone dantesco popolato da individui adulti che non vogliono crescere e da giovani che invece vivono come se di anni ne avessero tanti di più. La ventenne, nata ad Ascoli e da alcuni anni residente a Roma, all’inizio della sua carriera è stata in numerosi videoclip di successo, come nel caso di “Vedrai” di Samuel e “Fidati ancora di me” di Alessandra Amoroso. © RIPRODUZIONE RISERVATA