Il 118 ha effettuato 10mila interventi in un anno. Gli attacchi di cuore si curano in ambulanza

L'iniziativa del 118 in piazza del Popolo
L'iniziativa del 118 in piazza del Popolo
di Luigi Miozzi
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Giugno 2022, 09:35

ASCOLI - Un collegamento immediato tra le ambulanze e il reparto di emodinamica. Guadagnare tempo nei casi attacchi cardiaci può risultare decisivo e così a breve le ambulanze del 118 del Piceno saranno dotate di defibrillatori in grado di inviare direttamente il tracciato per un teleconsulto. Ad annunciarlo è stata la responsabile del reparto del 118 di Ascoli, la dottoressa Tiziana Principi, in occasione del trentennale dalla nascita del sistema di emergenza sul territorio marchigiano. 

 

«A breve, l’Asur attiverà i collegamenti necessari con le emodinamiche - spiega la dottoressa Principi nel corso della manifestazione che si è svolta ieri mattina a piazza del popolo ad Ascoli alla presenza anche dei volontari di Croce Rossa, Croce Verde e Misericordia che garantiscono quotidianamente il servizio sul territorio - che ci consentirà di saltare alcuni passaggi all’arrivo al pronto soccorso e avere già un quadro ben definito dello stato clinico del paziente». Il servizio di emergenza, solo nel Piceno ha effettuato nell’ultimo anno circa 10mila interventi e nella sola Area vasta 5 sono circa 6mila quelli che avvengono con l’impiego di ambulanze con il medico a bordo. «Nell’ultimo anno - evidenzia la dottoressa Principi - è stato garantito il servizio di elisoccorso H24, anche nelle ore notturne su tutto il territorio provinciale».

Dopo Ascoli, infatti, da poco è stato garantito anche il servizio di volo nottorno delle eliambulanze anche a San Benedetto. «È stata così colmata quella che era una carenza del nostro territorio - ha commentato il sindaco di San Benedetto Antonio Spazzafumo, anch’egli presente ad Ascoli -. Come amministrazione siamo inoltre molto attenti alle esigenze dei volontari che svolgono un servizio fondamentale». Ringraziamento ai volontari che è arrivato anche dal primo cittadino di Ascoli: «Oggi è un giorno di festa ed è anche l’occasione per ringraziare il personale impegnato nell’emergenza - ha detto Marco Fioravanti -. Sono contento della presenza anche del sindaco Spazzafumo perché insieme stiamo portando avanti un progetto di sanità condiviso. Per troppo tempo il nostro territorio è stato diviso».

Soddisfazione per i risultati raggiunti è stata espressa dal direttore generale dell’Area vasta 5, Massimo Esposito: «È una giornata di festa per un servizio essenziale, rapido ed efficace - ha tenuto a sottolineare -. Un servizio caratterizzato da un sistema integrato sul territorio con il volontariato al nostro fianco. Un sistema che si sta dimostrando all’altezza delle aspettative». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA