Ancona, pendolare dello spaccio preso
sul treno con quasi due kg di hashish

Mercoledì 11 Settembre 2019

ancona - Un chilo e 700 grammi di cannabis nascosti nello zaino. La droga viaggia in prima classe sulla linea Adriatica, sempre più battuta dai trafficanti. Al capolinea della giustizia è arrivato un giovane nigeriano trovato con un carico di stupefacente da decine di migliaia di euro.

Sorpreso a spacciare cocaina nel parcheggio: in casa ne ha un chilo

È stato scoperto dagli agenti della polizia ferroviaria di Ancona un 22enne, in regola con il permesso di soggiorno e domiciliato ad Ascoli, che è comparso in tribunale: l’arresto è stato convalidato, ma il giudice gli ha risparmiato il carcere e pure i domiciliari. L’unica misura restrittiva applicata è l’obbligo di dimora ad Ascoli, in attesa del processo fissato per il 4 ottobre. Aveva preso il treno a Piacenza, il giovane pusher nigeriano. Forse è lì che ha fatto rifornimento: 1.700 grammi di cannabis che aveva nascosto nel suo zaino. Immessa nel mercato, la droga avrebbe fruttato una fortuna. Era destinata ad altri collaboratori: l’ipotesi è che il nigeriano arrestato si collochi in un anello superiore nella filiera dello spaccio, come intermediario tra la grande distribuzione e i pusher al dettaglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA