Truffa dei finanziamenti, otto indagati nelle Marche. Otto perquisizioni nelle province di Pesaro, Ancona e Macerata

Giovedì 3 Giugno 2021
Orologi e auto nel mirino di una banda di truffatori specializzati in raggiri sui finanziamenti

ANCONA - Truffa dei finanziamenti, scoperta una banda che ha imperversato in tre province delle Marche. Dieci gli indagati, almeno otto le perquisizioni che sono scattate questa mattina ad opera degli investigatori della Squadra mobile di tre questure: Ancona, Pesaro e Macerata.

LEGGI ANCHE:

Litiga per i soldi coi genitori e la sorella poi tenta di dar fuoco all'appartamento: arrestata la 40enne

Raid dei ladri nella notte sulla costa, svaligiati una gioielleria e uno stabilimento balneare

Proprio a Macerata c'è il filone originario della truffa che si è poi dipanata in modo tale che la procura di Macerata ritiene di aver scoperto un vero e proprio sodalizio criminale specializzato in queste genere di raggiri. Il meccanismo è facile: una volta carpiti in modo ingannevole le generalità e i documenti delle vittime, i truffatori li utilizzavano per fare acquisti in particolare orologi di pregio e autovetture.

Acquisti a credito, le cui rate venivano intestate al malcapitato di turno che si trovava sul conto corrente addebiti inspiegabili. Sei denunce in questo senso sono arrivate da Fano, Ancona, Cingoli, Civitanova, una anche Roma. Era poi impossibile rientrare in possesso del bene che intanto era stato immmediatamente rivenduto dai truffatori che monetizzavano il maltolto.

Durante le perquisizioni delegate dalla procura di Macerata, di oggi, 3 giugno, i poliziotti hanno rivenuto e sequestrato numerosa documentazione, nonché apparati telefonici cellulari e computer che verranno accuratamente analizzati dagli inquirenti al fine di arricchire il già approfondito quadro probatorio.

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 09:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA