«Mi getto sotto il treno». Ragazzo di Ancona minaccia il suicidio al telefono con i genitori: la polizia lo salva a Marotta

«Mi getto sotto il treno». Ragazzo di Ancona minaccia il suicidio e viene salvato dalla polizia a Marotta
«Mi getto sotto il treno». Ragazzo di Ancona minaccia il suicidio e viene salvato dalla polizia a Marotta
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Luglio 2022, 11:13 - Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 11:32

ANCONA «Mi getto sotto il treno». Ragazzo salvato dalla Polizia di Stato. Questo il messaggio che  aveva comunicato ai genitori parlando al telefono e aggiungendo che si trovava alla stazione di Ancona. Il padre, a quel punto, comprensibilmente preoccupato, ha chiamato la sala operativa della Polizia Ferroviaria di Ancona fornendo la descrizione del figlio e le sue intenzioni.

Rintracciato a Marotta

L’allarme, scattato immediatamente, ha interessato simultaneamente sia gli operatori di Polizia in servizio presso la stazione di Ancona e sul territorio, sia i responsabili della circolazione  ferroviaria per l’opportuna limitazione di velocità dei treni. Fondamentale l’opera dell’Agente della sala operativa della Polfer di Ancona che è riuscito a parlare al telefono con il giovane, cercando di convincerlo a rinunciare ai suoi propositi e soprattutto guadagnando preziosissimi minuti che sono serviti ai poliziotti per rintracciare il ragazzo. Questi, infatti, è stato localizzato nei pressi di Marotta, quindi la sua posizione, fornita ai colleghi della zona, ha permesso ai Carabinieri della compagnia di Fano, di trovarlo e metterlo in sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA