Fabriano, addio a Stefania Stroppa: investita sul marciapiede da una minicar. Alla guida un 17enne

Fabriano, addio a Stefania Stroppa: investita sul marciapiede da una minicar. Alla guida un 17enne
Fabriano, addio a Stefania Stroppa: investita sul marciapiede da una minicar. Alla guida un 17enne
di Marco Antonini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Agosto 2022, 03:15 - Ultimo aggiornamento: 19 Agosto, 08:21

FABRIANO - Passeggiava sul marciapiede in via Don Minzoni, quartiere della Misericordia di Fabriano, ieri pomeriggio, quando è stata investita da una minicar. E per Stefania Stroppa, 62 anni, residente a Fabriano, non c’è stato nulla da fare.

Troppo devastanti i traumi e le contusioni riportate a seguito dell’urto e della successiva caduta sull’asfalto. In un attimo la parola fine, in un caldo pomeriggio di agosto, in una città deserta, travolta da una mini car. A bordo del quadriciclo leggero un 17enne, anche lui di Fabriano che, sotto choc, ha allertato i soccorsi. 


La ricostruzione


Sul posto gli agenti della polizia locale per i rilievi e la gestione del traffico in attesa dell’autorizzazione del magistrato per il recupero della salma, i sanitari del 118 partiti dall’ospedale Profili e l’eliambulanza Icaro 2 di base a San Cassiano. Purtroppo il medico di turno non ha potuto far altro che constatare il decesso e l’eliambulanza tornare indietro. Stefania, sposata, con figli e nipoti, sorella del dottor Filiberto Stroppa, infatti, è morta sul colpo. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalla Polizia locale, il giovane ha perso il controllo del mezzo che non è riuscito ad evitare l’impatto ed è finito sul marciapiede. Una questione di attimi: la donna non ha avuto, forse, il tempo di rendersi conto di quello che stava accadendo e l’automobilista non è riuscito ad evitare l’impatto. Quest’ultimo ha perso il controllo del mezzo subito dopo un rettilineo, poco dopo una semicurva.

Ulteriori accertamenti verranno disposti dagli agenti nelle prossime ore. Il giovane conducente del mezzo, infatti, dovrà rispondere del reato di omicidio stradale: la documentazione già oggi potrebbe arrivare in Procura da parte degli agenti del settore Polizia giudiziaria. La strada, per diverse ore, per permettere i rilievi è rimasta chiusa al traffico. Poi, quando è arrivato il nullaosta del magistrato di turno del Tribunale di Ancona per la rimozione del cadavere da parte di Pompe Funebri Marchigiano di Fabriano, si è potuto tornare a circolare nella popolosa via periferica della città. Al momento la salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria, presso l’obitorio sito all’ospedale Profili. Oggi verranno organizzati i funerali che si svolgeranno nei prossimi giorni. 


Il precedente


La notizia ha fatto il giro della città in poco tempo. Quello di ieri, infatti, è il secondo investimento mortale accaduto a Fabriano in sole tre settimane. Il 28 luglio ad essere stata investita nei pressi del ponte della Stazione, viale Stelluti Scala, è stata Maria Cristina Fiorani, 73 anni. La donna, residente a Falconara Marittima, morì sul colpo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA