Ancona, c’è il banchetto anti-droga al Piano: 2 pusher inseguiti e presi in diretta

Ancona, c è il banchetto anti-droga al Piano: 2 pusher inseguiti e presi in diretta
Ancona, c’è il banchetto anti-droga al Piano: 2 pusher inseguiti e presi in diretta
di Federica Serfilippi
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Luglio 2022, 06:35

ANCONA - L’inseguimento al Piano, il tentativo di fuga con l’abbandono dell’auto e poi l’arresto da parte dei carabinieri. Il tutto sotto gli occhi dei passanti e dei manifestanti, impegnati ieri pomeriggio davanti alla chiesa dei Salesiani con il banchetto dell’associazione Anti Degrado.

La petizione: “Il Piano non è il far west, diciamo basta al senso di insicurezza e disagio”. Alle parole hanno fatto seguito, con un tempismo eccezionale, i fatti. Il bilancio dell’operazione dei carabinieri è di un arresto che ha portato al sequestro di un panetto di cocaina, presumibilmente dal peso di circa mezzo etto. In manette c’è finito un cittadino tunisino di 30 anni per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Da valutare la posizione del passeggero della vettura, un connazionale di 25 anni. 


L’inseguimento 


La vettura degli stranieri è stata intercettata dai militari all’altezza di via De Gasperi. Con la “gazzella” alle calcagna, il veicolo dei pusher è sceso per via Barattani (una strada dove possono accedere solamente i residenti autorizzati) per poi proseguire in corso Carlo Alberto. È all’altezza della videoteca Prima Visione di via Pergolesi che i tunisini hanno lasciato l’auto, cercando di proseguire a piedi e di sbarazzarsi della droga. Il tentativo di fuga è durato pochissimo, perchè i due sono stati fermati dai carabinieri e poi portati alla caserma della Montagnola. Il banchetto dell’associazione era stato collocato proprio davanti alla chiesa dei Salesiani. Una prospettiva che ha consentito ai rappresentanti dell’associazione e di chi stava aderendo alla raccolta firme per la sicurezza di avere una prospettiva privilegiata sull’operazione anti-droga. Al banchetto erano presenti alcuni rappresentanti di Fratelli d’Italia, tra cui Angelo Eliantonio, consigliere comunale, e Carlo Ciccioli, capogruppo in Consiglio regionale. 

L'intervento 


Le parole di Ciccioli: «Contro il degrado e per la sicurezza dei quartieri. Non ci poteva essere testimonianza più eclatante. Una pattuglia di Carabinieri cerca di bloccare, a poche centinaia di metri dal luogo di raccolta delle firme, davanti alla Chiesa dei Salesiani, due spacciatori che si allontanano in auto a gran velocità, vengono inseguiti, imboccano una strada controsenso e poi abbandonano il mezzo cercando di sbarazzarsi di un sacchetto contenente droga, probabilmente cocaina. Con molta abilità i due carabinieri, pistole alla mano, riescono a fermare entrambi ed arrestarli. Scena di ordinaria quotidianità al Piano San Lazzaro, luogo della città dove governa il Sindaco migliore del mondo! L’impegno è quello di mobilitare tutti i cittadini per avere un’altra amministrazione, in assoluta discontinuità con l’attuale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA