L'addio a Canori stroncato da un malore in magazzino. «Ciao Simone, rimarrai per sempre nei nostri cuori»

Martedì 6 Aprile 2021
L'addio a Canori stroncato da un malore in magazzino. «Ciao Simone, rimarrai per sempre nei nostri cuori»

SIROLO  - Un lungo applauso ha accompagnato il feretro all’uscita dalla chiesa, ieri mattina, per l’ultimo saluto a Simone Canori.


 

Fuori uno striscione, appeso al muro: «Rimarrai sempre nel nostro cuore. Un grande abbraccio». Cosí la comunità sirolese ha voluto ricordare l’imprenditore scomparso a soli 49 anni per un infarto che lo ha colto venerdì pomeriggio mentre si trovava a lavoro in magazzino. Conosciuto e benvoluto nell’ambiente lavorativo e in quello sportivo, Canori gestiva con il fratello Francesco l’azienda di via Molini fondata nel 1999 e specializzata nella fornitura di materiali edili, arredo giardino e nei lavori di movimento terra e merci.

Ex giocatore nella squadra di calcio locale negli anni Novanta, nel decennio successivo aveva ricoperto il ruolo di allenatore e dirigente della Nuova Sirolese, confermando un profondo legame con la società calcistica. In tanti ieri erano in chiesa o in piazza per testimoniare affetto al giovane imprenditore e stringersi attorno ai genitori Adriana, Renato e al fratello Francesco. E numerosi sono stati i messaggi di cordoglio alla famiglia. «Tutta Sirolo è sconvolta e si stringe intorno alla famiglia Canori per questo lutto tremendo ed iinspiegabil - scrive la consigliera Fabia Buglioni -. Un abbraccio anche ai tantissimi amici di Simone, un ragazzo buono, solare, a cui tutti volevano bene e che lascia un vuoto incomprensibile in tutta la comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA