Il cuore grande di Luca ha ceduto. Papà e volontario, muore a 42 anni

Martedì 30 Giugno 2020 di Arianna Carini
Luca Osimani, 42 anni, stroncato da una malattia a 42 anni
SIROLO - Il sole fuori, la pioggia battente nell’anima di chi lo ha conosciuto. La Riviera del Conero piange la scomparsa di Luca Osimani, 42 anni, ex consigliere comunale a Sirolo e volontario della Croce Bianca di Numana. Un cuore grande come l’impegno sociale e politico profuso nella sua breve ed intensa vita. Ma troppo fragile e delicato per sconfiggere la malattia. La stessa cardiopatia che lo ha privato dell’affetto della mamma e contro la quale ha lottato fino all’ultimo con grande coraggio, affrontando anche un intervento chirurgico. Luca, che lavorava come geometra e lascia una bimba piccola, si è spento domenica notte. Suo padre ha gestito per anni lo storico negozio di alimentari in via Italia a Sirolo, dove oggi si trova La Drogheria.

LEGGI ANCHE: Mattia, 18 anni, non si risveglia dal riposino pomeridiano: trovato morto dai genitori

LEGGI ANCHE: Macerata, Daniele non ce l'ha fatta: recuperato nel crepaccio il corpo del 27enne
 

La famiglia
Molto conosciuta anche la famiglia della moglie Claudia Scortichini, nipote di Alvaro dell’omonimo ristorante gestito a Numana dalla madre Franca Frontini. «Era un ragazzo attivo, dai molteplici interessi e sarà ricordato con affetto da tutti i sirolesi – dice il sindaco Filippo Moschella – sia per aver collaborato nel direttivo del Riviera Tennis Club a Montefreddo che per l’attività politica come consigliere di minoranza nella precedente Amministrazione. Animato da una passione sincera, si è sempre adoperato per il bene di Sirolo. Sebbene provenienti da posizioni diverse, le sue idee si distinguevano per i contenuti ed una capacità rara nel discernere le problematiche della città». Eletto nel maggio 2014 con la lista Sirolo con noi, tre anni dopo aveva preso le distanze dal gruppo consiliare guidato da Alberta Ciarmatori senza venir meno all’impegno assunto con la cittadinanza. 4

Il dolore
«Attoniti ed increduli. Così ci lasci. Hai vissuto la tua malattia con grande forza, nel silenzio e nella riservatezza, e forse non approveresti neanche queste mie parole. Ma io sono testarda quanto te, e le scrivo – è il toccante ricordo dedicato a Luca su Facebook dalla consigliera Fabia Buglioni, sua compagna di scuola -. Il tuo cuore pieno di mille passioni ti ha portato via da tutti i tuoi cari e dai tuoi tantissimi amici che ora piangono per te. Hai lottato come un guerriero fino all’ultimo perché tu questo sei e rimarrai sempre nei nostri cuori: un guerriero generoso, pieno di energia e passione». Caratteristiche, sottolinea la capogruppo di X Sirolo, che «hai sempre messo in tutto ciò che hai fatto: famiglia, lavoro, volontariato e politica. Quest’ultima passione l’abbiamo condivisa in questi ultimi anni, forte di un’amicizia di lunga data. Io ci speravo, tanto, di rivederti e di riabbracciarti con un cuore nuovo che avrebbe battuto forte grazie alla tua grinta e determinazione, ma il destino ha deciso altro. Ha deciso che adesso ci lasci qui a piangere senza farcene una ragione. So che tu non vorresti le nostre lacrime, ma quando sarà il tempo riusciremo a trasformare questo grande dolore in un dolce ricordo del tuo immenso e generoso sorriso. Ciao Luca». L’ultimo saluto oggi alle 16 nella chiesa di San Nicola. 
Ultimo aggiornamento: 1 Luglio, 17:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA