Malore fatale per l'imprenditore nel magazzino: Simone avrebbe compiuto 50 anni a settembre

Sabato 3 Aprile 2021
Simone Canori avrebbe compiuto 50 anni il prossimo 8 settembre

SIROLO -  La comunità di Sirolo sconvolta per l’inaspettata e prematura scomparsa dell’imprenditore Simone Canori. A stroncarlo un malore improvviso che lo avrebbe colto ieri pomeriggio mentre si trovava a lavoro in magazzino. Avrebbe compiuto 50 anni il prossimo 8 settembre.

 

Conosciutissimo nell’ambiente delle costruzioni e sportivo, Canori lavorava al fianco del fratello Francesco nell’azienda di via Molini specializzata nella fornitura di materiali edili, arredo giardino, caminetti, barbecue, stufe e nei lavori di movimento terra e merci con autogru, escavatori e pale gommate. Una realtà imprenditoriale giovane, avviata nel 1999 e cresciuta rapidamente nel mercato locale, facendosi apprezzare per la serietà e qualità dei servizi. Ex giocatore nella squadra di calcio locale durante gli anni Novanta, nel decennio successivo Canori è stato allenatore e dirigente della Nuova Sirolese, confermando una passione sincera per lo sport e il profondo legame con la società calcistica cittadina.

La notizia della morte del giovane imprenditore, sopraggiunta pare a causa di un infarto, si è diffusa rapidamente in paese lasciando sgomenta una comunità intera alla vigilia delle festività pasquali. «Improvvisamente è venuto a mancare Simone Canori, “scirolese”, conosciuto da tutti, anima, con il fratello Francesco, dell’omonima rivendita di materiale edile» scrive su Facebook uno degli amministratori del gruppo “Sei de Scirolo se…”, Andrea Belli. Tante le attestazioni di cordoglio alla famiglia, fra cui il messaggio del sindaco Filippo Moschella: «Sono rimasto esterrefatto per questa morte prematura, nessuno si aspettava una simile notizia. Era un ragazzo gioviale e cordiale che sapeva dare un tocco diverso a tutto ciò che faceva. Le mie condoglianze e la mia vicinanza alla famiglia in questo momento di grande dolore a nome di tutta la cittadinanza».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA