Camerano: si ferma ma non lascia i dati. Investito in centro, si cerca l’automobilista

Venerdì 1 Novembre 2019
Camerano: si ferma ma non lascia i dati. Investito in centro, si cerca l automobilista

CAMERANO  - Bidello della scuola investito in centro a Camerano, con l’automobilista che si ferma, lo fa rialzare accertandosi che non fosse grave e poi riparte senza lasciare alcun recapito telefonico e dati anagrafici. Disavventura mercoledì sera che poteva trasformarsi in tragedia per Sandro A., conosciuto in tutto il paese per essere stato bidello della scuola, dal modo di fare sempre allegro e disponibile. Un collaboratore scolastico vecchio stampo, affettuoso e protettivo nei confronti degli alunni e per questo ben voluto da tutti i cameranesi. La notizia diffusa sui social del suo investimento ha anche per questo suscitato molto scalpore, viste poi le modalità.

Camerano, si schianta con il go-kart Paura sabato sera per un giovane

A renderla nota sul gruppo pubblico Facebook di Camerano una signora che ha saputo dell’incidente avvenuto in centro. «Martedì pomeriggio verso le 18,30 – si legge nel post pubblico diffuso ieri- Sandro, il bidello della scuola che credo tutti conoscerete, mentre attraversava la strada nei pressi di viale Ceci, all’altezza dell’ex alimentari, è stato investito da una macchina. È caduto a terra e si è rotto gli occhiali».

Il racconto della signora continua: «Il conducente dell’auto è sceso ed inveendo lo ha fatto rialzare e poi se ne è andato. Sandro è stato visitato dalla dottoressa Ferrandino e poi a Torrette». A quanto pare non ha riportato fratture ma il rischio è stato altissimo, considerando che l’uomo ha anche una protesi all’anca. Quindi l’appello lanciato sui social: «Se qualcuno era presente prego vivamente di farci sapere chi è il signore che guidava». Secondo la vittima dell’incidente sarebbe del paese: «Dice che è di Camerano, che lo conosce ma non sa il nome». I carabinieri della stazione del paese stanno approfondendo la segnalazione per accertarsi della dinamica, ma per agire con le ipotesi di reato di lesioni e omissione di soccorso, servirà una querela di parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA