Imprenditrice assalita dai cinghiali
Choc in un vigneto di Verdicchio

Martedì 13 Giugno 2017
Un branco di cinghiali

SERRA SAN QUIRICO - Si è trovata davanti un branco di cinghiali mentre lavorava in pieno giorno nella sua vigna ed è riuscita a salvarsi solo arrampicandosi su un palo. È successo domenica pomeriggio nelle campagne di Serra San Quirico, protagonista un’imprenditrice agricola, Patrizia Paccusse, produttrice di Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc bio. 

«Stavo lavorando in vigna quando il cagnolino che avevo con me ha iniziato ad abbaiare – spiega la donna che ha il centro aziendale ad Apiro -. Mi sono girata e mi sono trovata davanti una quindicina di cinghiali, con quattro femmine che mi hanno attaccato. Per fortuna sono riuscita a salire su uno dei pali della vigna e ho atteso che se ne andassero». Al danno si è aggiunta la beffa quando ha provato a denunciare la cosa. «Dalla Provincia mi sono sentita rispondere che, abitando in campagna, è normale che si possano incontrare dei cinghiali», accusa Patrizia che ha perso il conto dei danni che gli animali selvatici le hanno causato in vigna, con una situazione aggravata dal fatto di avere il terreno in un’area protetta, ormai ridotta a far west. 

Ultimo aggiornamento: 18:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA