I sapori di una volta con la Festa della Cicerchia: weekend tutto da gustare a Serra de' Conti

I sapori di una volta con la Festa della Cicerchia: weekend tutto da gustare a Serra de' Conti
I sapori di una volta con la Festa della Cicerchia: weekend tutto da gustare a Serra de' Conti
di Luigino Romagnoli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 07:10

SERRA DE’ CONTI  - Ritorna a Serra de’ Conti la Festa della Cicerchia con 15 cantine, spettacoli musicali e mostre alla riscoperta di antichi sapori perduti. Da venerdì a domenica, il meglio della gastronomia dell’antica cultura contadina marchigiana proposta con un centinaio di pietanze servite nelle quindici “cantine del buon gusto”. La Festa della Cicerchia celebra, ridando dignità, questo legume povero che per secoli ha fatto parte della cultura alimentare marchigiana con lo scopo di riscoprire i sapori della memoria.


Saranno quindici fra cantine, grotte e locande aperte tra i caratteristici vicoli del centro storico serrano. Oltre un centinaio le persone che saranno impegnate a proporre più di cento ricette fra primi e secondi piatti. Per i primi piatti si va dalla polenta di farina di cicerchia con funghi salsiccia alla zuppa di cicerchia in pagnotta. Varietà anche nei secondi passando dalla scottona alla griglia alla zuppa di cicerchia con cotechino. Il tutto abbinato al Verdicchio della zona.

Gli spettacoli: ad allietare gli avventori gruppi folkloristici itineranti quali la Martinicchia, la Cocolla, la Cuccuma e il Macinino Scacciapensieri e la Bassa Musica Città di Molfetta. Inoltre, spettacoli musicali quali la presentazione del nuovo album “Sebbene” della Folkantina Live Band e la partecipazione dei Funkuantobasta Marching Band. Ci sarà la sfilata del gruppo storico Combusta Revixi di Corinaldo e intrattenimenti per famiglie quali il DivertiCirco, i clown emozionali Nittu e Jolanda. L’ospite d’eccezione sarà la l’Osteria Storica Camorelli che proporrà i prodotti dei Presidi Slow Food del Trentino Alto Adige. Spazio anche per l’Artigianato con lavorazioni in legno, vimini, terracotte, rame, ferro, pizzi, merletti, cucito e ricami. La Festa sarà a ingresso libero. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA