Blitz dei teppisti sul lungomare, irrompono in un bar e svuotano un estintore all’interno del locale

Martedì 2 Novembre 2021 di Sabrina Marinelli
I vandali sono una presenza costante negli stabilimenti balneari di Senigallia

SENIGALLIA - Vandali in uno stabilimento balneare del lungomare Alighieri nella notte di Halloween. Ignoti hanno forzato la porta della cabina utilizzata come spogliatoio e preso degli arnesi con cui hanno sfondato lo sportello del bar. Qui hanno preso un estintore e l’hanno svuotato in giro per lo stabilimento. Ovunque c’era un gran caos. È accaduto nella zona centrale poco distante dalla Rotonda a mare.

 

Il titolare, che ha chiesto di mantenere l’anonimato, appena appreso l’accaduto ha chiamato la polizia. Sul posto si è recata una volante del Commissariato per un sopralluogo, verificando l’accaduto. Da un primo controllo non sembra manchi nulla. 


La bravata
Non c’erano oggetti di valore. Si tratterebbe di una bravata, da parte di un gruppo di ragazzini che aveva solo come intento quello di creare danni. Nel bar, dove si sono creati un varco rompendo lo sportello, non c’erano ovviamente alcolici perché lo stabilimento è chiuso da oltre un mese. C’era solo dell’attrezzatura e l’estintore con cui si sono divertiti, svuotandolo in spiaggia. Gli imprenditori balneari escono da una stagione estiva già segnata da ripetuti atti vandalici e il fatto che accada di nuovo, in un periodo in cui non è presente la vigilanza, non li fa stare tranquilli. Tutti però si augurano che si sia trattato di un episodio circoscritto ai festeggiamenti dell’altra notte. 


La preoccupazione
«Sicuramente i vandali si sono limitati ad una bravata la sera di Halloween – interviene Giacomo Cicconi Massi, referente di Confartigianato imprese demaniali –, certo però non fa mai piacere essere presi di mira da una generazione annoiata e poco rispettosa. Confartigianato imprese demaniali ha già sottoposto al sindaco da tempo la questione della sicurezza. Aspettiamo almeno un sistema di videosorveglianza che possa disincentivare l’azione di questi balordi». Il titolare dello stabilimento preso di mira è iscritto a Confartigianato imprese demaniali, che nel corso di tutta l’estate ha sollecitato controlli e multe in spiaggia e a questo punto confida nelle telecamere che dovrebbero essere installate il prossimo anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA