Gli ruba il braccialetto fuori dalla disco, poi lo sfida: «Lo rivuoi? Battimi». Arrivano i carabinieri, denunciato giovane

Lunedì 2 Agosto 2021 di Sabrina Marinelli
I controlli delle forze dell'ordine a Senigallia

SENIGALLIA - Gli ruba il braccialetto fuori dal Mamamia poi lo incontra all’alba sul lungomare e lo sfida per restituirglielo, in caso di vittoria. Il tempestivo intervento dei carabinieri ha permesso di denunciare il responsabile, un 23enne di Jesi, e di restituire il braccialetto in oro al proprietario, un giovane del Pesarese.

 

Tutto è iniziato nel cuore della notte, verso le 4.30, quando la vittima in via Fiorini fuori dalla discoteca stava parlando con alcuni amici e aveva in mano il bracciale. Non è chiaro perché non lo indossasse, probabilmente gli si era sganciato e lo teneva in mano per paura di perderlo. Il 23enne di Jesi, passandogli accanto, l’ha afferrato al volo e se n’è andato facendo perdere le proprie tracce. Il derubato non ha avvisato i carabinieri. Forse contava di recuperarlo da solo. 


L’incontro 
Intorno alle 6 ha incontrato il ladro, che almeno di vista conosceva, nei pressi della Rotonda. Ha chiesto gli venisse restituito il bracciale ma lui l’ha inviato allo scontro fisico prima di restituirlo. A quel punto il pesarese ha chiamato i carabinieri che, arrivati sul posto, hanno denunciato lo jesino e recuperato il gioiello che nel frattempo aveva gettato a terra. Presenti anche alcuni testimoni. Durante il weekend anche gli agenti del Commissariato sono stati impiegati su più fronti su tutto il territorio. 


I rinforzi 
Sulla base delle disposizioni del Questore di Ancona sono intervenuti anche i rinforzi del Reparto prevenzione crimine, impiegati per posti di blocco nel corso dei quali hanno identificato oltre 150 persone e controllato 90 veicoli. Capillare la presenza alla stazione ferroviaria, in centro storico e al Mamamia dove, insieme alla polizia locale, hanno gestito la circolazione trattandosi del primo sabato senza bus navetta.

Confartigianato balneari torna a segnalare la massiccia presenza di giovani in spiaggia, dove hanno creato problemi lasciando rifiuti e sporcando ma senza danneggiare le strutture. Sib Confcommercio conferma che per questo fine settimana danni non si sono registrati. Confartigianato balneari però torna a chiedere multe a chi si reca in spiaggia dopo la mezzanotte perché gli operatori sono stanchi di raccogliere i loro rifiuti e pulire dove sporcano nelle concessioni, visto che c’è un divieto d’accesso che in molti continuano a ignorare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA