Gli eccessi della notte: imbrattata la fontana Giacomelli e anche una rissa tra ragazzini ubriachi

Lunedì 30 Agosto 2021 di Sabrina Marinelli
Gli eccessi della notte: imbrattata la fontana Giacomelli e anche una rissa tra i ragazzini ubriachi

SENIGALLIA  - Imbrattata la fontana di Giacomelli davanti alla Rotonda, con un insulto contro i preti. A pochi metri, tra il lungomare Alighieri, via Lazio e via Spontini è andata in scena sabato notte una scazzottata tra ragazzini ma senza feriti grazie al tempestivo intervento della polizia.

 

Una serata di eccessi anche se non è chiaro se lite e imbrattamento siano collegati. Chi ha scritto sul bordo della fontana se l’è presa con i preti. C’era infatti questa parola anticipata da un insulto. Il fondo della fontana raffigura con un mosaico la foto più famosa di Mario Giacomelli quella de “I pretini”, che forse ha dato l’ispirazione ai teppisti. 


Appena informato dell’accaduto l’assessore ai Lavori pubblici Nicola Regine ha inviato sul posto una squadra dei reperibili per cancellare la frase. «Si tratta di un atto incivile a prescindere dalle convinzioni religiose – spiega l’assessore Regine - Allo scopo di prevenire questi atti e tutelare il patrimonio pubblico, il Comune si doterà presto di una rete di telecamere da collocare nei principali luoghi sensibili per controllare e individuare i responsabili». In piazzale della Libertà è presente una che riprende però solo la Rotonda e il piazzale antistante. Un’altra verrà predisposta nell’area dove si trova anche la fontana. 


Poco distante nella notte c’è stata una lite che ancora una volta ha visto affrontarsi bande dell’entroterra, come era già accaduto in passato. E’ iniziata sul lungomare Alighieri, proseguita su via Lazio e passata dalle parole alle fatti in via Spontini. Immediato l’intervento della polizia, chiamata dai residenti preoccupati. Lamentele anche dai clienti degli alberghi più che altro per le urla e bestemmie che si sentivano. Gli equipaggi del Commissariato hanno consentito di fermare diversi giovani. Al loro arrivo solo due si stavano picchiando. Sono stati identificati insieme ad altri. Qualcuno invece è scappato. Erano ubriachi, quasi tutti minorenni, dei comuni della vallata Misa e Nevola soprattutto e qualcuno della zona di Jesi. Provvedimenti non sono stati presi ma per i ragazzi minorenni ubriachi la polizia ha chiamato i genitori per affidarli a loro. Nessuno per fortuna si è fatto male grazie al tempismo degli agenti, arrivati appena chiamati e alla collaborazione dei residenti che hanno segnalato l’accaduto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA