La spiaggia di velluto ora è venduta online: un sacchetto di sabbia all’asta da 9,90 euro. Ma indagano i carabinieri forestali

Sabato 25 Settembre 2021
La spiaggia di velluto ora è venduta online: un sacchetto di sabbia all asta da 9,90 euro. Ma indagano i carabinieri forestali

SENIGALLIA  - La spiaggia di velluto finisce in vendita su eBay. Nel noto portale di e-commerce infatti è comparso giovedì un annuncio, inserito da un venditore tedesco, che riguarda sacchetti pieni di sabbia, del peso di circa 40-50 grammi l’uno. L’inserzione non è sfuggita allo sguardo attento dei carabinieri della guardia forestale, che hanno così avviato degli accertamenti per rintracciare l’autore. Il fatto che si trovi all’estero complica però le indagini. 

 


Stando al profilo del venditore si tratterebbe di un tedesco di 49 anni residente a Süchteln. E’ specializzato proprio nella vendita di sabbia proveniente da ogni parte del mondo, Italia compresa. Probabilmente quindi non sarà un semplice turista che, raccolta un po’ di sabbia a Senigallia, ha deciso poi di metterla in vendita. Deve avere altri canali per possedere tanto materiale da ogni angolo del pianeta. E’ iscritto a eBay dal 2010 e ha all’attivo 1.654 vendite con un feedback positivo del 100% quindi i suoi acquirenti sono rimasti sempre soddisfatti. Per gli standard del sito è considerato un venditore molto affidabile. “Sand-Senigallia Spiaggia-Senigallia-ITALIA-Sabbia” questo è il titolo dell’inserzione che riguarda la spiaggia di velluto. 


Ci sono due modalità per aggiudicarsi la sabbia di Senigallia. Si può partecipare all’asta, che parte da 9,99 euro, che si conclude il 30 settembre. In questo caso non si ha la certezza di aggiudicarsi il bene. Se invece non si vuole correre il rischio di perderlo, spendendo un po’ di più, c’è l’opzione “compra subito” a 14,90 euro. La sabbia deve essere spedita e il venditore per l’Italia ha fissato in 20 euro le spese di spedizione. Nella descrizione l’inserzionista declina ogni responsabilità precisando che «l’articolo viene venduto da privato. Ciò significa che, inviando un’offerta, l’utente accetta espressamente di rinunciare completamente alla garanzia. È tuo rischio acquistare merci solo sulla base di una breve descrizione e di alcune foto».

Le indagini sono complesse e non solo perché il venditore si trova in un altro Paese. Il reato ipotizzato dalla Forestale è furto aggravato. Essendo la sabbia un bene demaniale, dello Stato. Però una volta rintracciato bisognerà dimostrare che sia stato lui a prelevarla. Se non si potrà fare potrà essere contestata solo la ricettazione, essendo in possesso di un bene rubato. Rischiano una denuncia anche quanti acquisteranno i sacchetti in vendita. Prima, in ogni caso, si dovrà dimostrare che si tratti davvero della spiaggia di velluto, visto che lo stesso venditore precisa di non fornire alcuna garanzia

© RIPRODUZIONE RISERVATA