«Serve il Covid hotel ma la Caritas non può sostenerne il costo»

Giovedì 29 Ottobre 2020
«Serve il Covid hotel ma la Caritas non può sostenerne il costo»

SENIGALLIA  - Continue richieste d’aiuto arrivano alla Caritas da cittadini che non riescono ad isolarsi, in sicurezza, dai familiari positivi. «Riceviamo tante telefonate di gente che chiede aiuto per l’isolamento forzato perché positiva e con problemi familiari – interviene Giovanni Bomprezzi, direttore della Fondazione Caritas -. Il nostro auspicio è che si apra una struttura per dare una risposta fondamentale anche per limitare i contagi. Noi siamo disponibili come sempre abbiamo detto ma i costi purtroppo non sono alla nostra portata. Se la Regione trova altre soluzioni a noi va benissimo, purché si diano risposte. L’interessamento del sindaco Olivetti ci fa molto piacere, proprio nella speranza che qualcosa si concretizzi». L’albergatore di Marzocca ha già dato la disponibilità nel corso di un sopralluogo. Aumentano le persone in quarantena fiduciaria: da un medico di medicina generale è arrivata ad esempio una chiamata alla Caritas. Era preoccupato per una famiglia isolata che necessitava di medicine e magari anche della spesa nei prossimi giorni. Un volontario ha subito provveduto a consegnare i medicinali necessari. Il timore della Caritas è che, se non si aprirà presto il Covid Hotel, molte famiglie rischieranno di contagiarsi non avendo spazio a sufficienza per isolarsi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA