Polemiche sul concerto all’alba di Mario Biondi per il selfie senza mascherina della Giunta

Sabato 19 Giugno 2021 di Sabrina Marinelli
Polemiche sul concerto all alba di Mario Biondi per il selfie senza mascherina della Giunta

SENIGALLIA  - Primo concerto della pandemia tra le forti emozioni regalate dalla calda voce di Mario Biondi, le polemiche sulla foto senza mascherina della Giunta e un nubifragio arrivato però al termine dell’esibizione. Il concerto all’alba del CaterTour è stato suggestivo, com’era prevedibile. Biondi ha ammesso che era bello cantare con il sole che gli sorgeva alle spalle. A un certo punto la gente seduta in spiaggia si è alzata e si è messa a ballare. Non ha resistito. Provvedimenti, tuttavia, non sono stati presi perché ognuno è rimasto nella propria postazione.

 


A far discutere è stato invece un selfie che parte della Giunta ha scattato senza mascherina insieme a Mario Biondi, tranne l’assessore Gabriele Cameruccio che l’ha indossata. L’assessore Nicola Regine, presente, non ha preso parte alla foto ricordo. Assente invece l’assessore Ilaria Bizzarri che ha seguito l’evento dalla Terrazza Marconi. Lo scatto non è rimasto nelle bacheche private ma è stato postato nella pagina ufficiale del sindaco Massimo Olivetti, abbinato al commento: «Una cartolina da Senigallia per un’estate frizzante».


«Sul Cater solita organizzazione impeccabile - commenta Gennaro Campanile, consigliere comunale di Amo Senigallia - con procedure anti-Covid rispettate da tutti, tranne dalla Giunta che si fa la foto con Biondi senza mascherina e senza mantenere le distanze di sicurezza».

Campanile interviene anche sui post condivisi dal consigliere di Fratelli d’Italia Massimo Montesi, in particolare su quello in cui si dice orgoglioso di essere bianco e eterosessuale. «Ricordo al sindaco Olivetti, in merito ai post di Montesi e ai precedenti - aggiunge - che i partiti di destra che hanno appoggiato la sua candidatura hanno riscosso un consenso largamente minoritario nella nostra comunità. Al ballottaggio è stata la sua figura di moderato ad aver raccolto i voti necessari a governare la città. Siccome rappresenta la comunità, e non una minoranza, è ora che stronchi esternazioni e atteggiamenti di quei suoi consiglieri o assessori che si comportano come se fossero ancora all’opposizione e sembrano perseguire l’intento di dividere i senigalliesi. Non sarebbe meglio lavorare per un clima di concordia anziché continuare nelle provocazioni plateali magari espresse “a propria insaputa”?». In merito alle esternazioni di Montesi il consigliere di Diritti al Futuro Enrico Pergolesi aggiunge: «Qui a Senigallia al posto di Fratelli d’Italia deve esserci una sede distaccata dei nazisti dell’Illinois». Polemiche che in ogni caso sono sempre riconducibili ai social e che periodicamente si ripetono. 


Sul versante della sicurezza tutto si è svolto senza problemi e anche il pubblico che in spiaggia si è alzato in piedi all’improvviso, facendo per un attimo temere che la situazione potesse sfuggire di mano, è rimasto composto nello spazio che gli era stato assegnato ballando e seguendo con il corpo il ritmo. In totale 626 spettatori tra piazzale della Libertà e l’arenile, tutti con posti a sedere. Il tempo è stato clemente e il nubifragio è arrivato quando il concerto era terminato, sorprendendo chi ancora doveva rientrare a casa. In diverse zone inoltre i tombini non ricevevano e le strade si sono allagate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA