Ospedale di Senigallia, la sosta si paga anche di notte e nei festivi

L'ospedale di Senigallia
L'ospedale di Senigallia
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Ottobre 2019, 06:05

SENIGALLIA - Si pagherà anche di notte ma a tariffa ridotta per sostare nel parcheggio dell’ospedale di via Camposanto Vecchio. Accadrà da venerdì prossimo, quando diventerà a pagamento. Sarà a tariffa intera la fascia oraria compresa tra le 7 e le 22, scontata dalle 22 alle 7. Sono state ufficializzate ieri le tariffe che prevedono, come annunciato, i primi trenta minuti gratuiti e a poi 1,10 euro per un’ora. L’unica novità, rispetto a quanto comunicato in precedenza, riguarda gli abbonamenti per dipendenti.

Ospedale di Senigallia: il parcheggio si paga. Sosta gratis solo per mezz’ora

Ospedale di Senigallia, caos per la sosta selvaggia: Facciate e davanzali perdono pezzi

Nel tariffario trasmesso all’azienda sanitaria viene prevista una somma annuale di 100 euro, circa la metà di quanto ipotizzato in un primo momento. Comunque troppo per i dipendenti che sono sul piede di guerra. La percepiscono come una tassa da pagare per andare a lavorare in auto. Molti non possono fare diversamente. Tra gli operatori sanitari l’argomento è stato oggetto ieri di un approfondito confronto. C’è chi vorrebbe organizzare una protesta, magari occupando il parcheggio con le auto in sosta selvaggia, e chi vorrebbe scrivere alla direzione per pretendere un pass, così da accedere gratuitamente come avviene in altre realtà ospedaliere. Nulla di concreto al momento ma solo la rabbia espressa in varie forme tra le mura di qualche reparto.

All’ospedale la sosta è con il pizzo «Basta con il racket degli abusivi»

C’è da dire che l’azienda sanitaria ha subito la scelta della Curia, che si è accordata con l’impresa che sta realizzando il parcheggio in via Cellini, la stessa che dal 1° novembre gestirà anche il grande parcheggio dell’ospedale di via Camposanto Vecchio. Tornando alle tariffe, ricevute dall’azienda sanitaria, ecco quanto si pagherà in base al tempo di permanenza. Sostando un’ora, comprese le frazioni, si dovranno versare 1,10 euro. Per due ore invece 2 euro; 2,70 per tre ore; 3,20 per quattro; 3,50 per cinque; 3,80 per sei; 4,20 per sette e dopo le otto ore di permanenza ogni ora o frazione costerà 60 centesimi. Dalle 22 alle 7 ogni ora o frazione costerà 40 centesimi. Si pagherà pure di notte e anche nei festivi perché la comunicazione dell’Azienda sanitaria non prevede differenze tra feriali e festivi. Tutti uguali. Nemmeno gli utenti hanno gradito la novità. 

Lo sforzo di lasciare gratuiti i primi 30 minuti non è stato ritenuto sufficiente. Molti lamentano che sarebbe servita almeno un’ora per fare visita ai parenti ricoverati e per sottoporsi agli esami. In trenta minuti è infatti impossibile parcheggiare, raggiungere il reparto, effettuare esami o visite e poi tornare indietro per riprendere la macchina. C’è infine chi ha fatto notare una grande contraddizione dei nostri tempi. I parcheggi nei centri commerciali sono gratuiti, ma per andarsi a curare si paga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA