Ubriaco si spoglia nudo in strada, denuncia e multa da 5mila euro: atti osceni e minacce ai poliziotti

Giovedì 6 Agosto 2020
SENIGALLIA - Denunciato dalla polizia un ubriaco che si è spogliato nudo, ha utilizzato la strada come fosse un bagno pubblico ed ha sfidato e minacciato i poliziotti, intervenuti per calmarlo. Si tratta di un 50enne, già noto, residente nell’entroterra senigalliese. E’ solito avere reazioni violente e problemi a tenersi i pantaloni allacciati. L’episodio è accaduto lunedì pomeriggio fuori da un bar dell’ex piano regolatore. Quartiere prevalentemente residenziale dove ha sede anche il Commissariato. Il personale della Squadra Volante è stato chiamato ad intervenire presso il bar, dove era stata segnalata una lite in strada proprio davanti all’esercizio commerciale. 

 

L’intervento 
Giunti sul posto, gli agenti hanno notato un uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica che teneva in mano una bottiglia di vino. Alla richiesta dei poliziotti, si è rifiutato di indicare le proprie generalità. Fin da subito ha manifestato agitazione e, di fronte all’ulteriore richiesta di fornire i documenti, si è alterato e li ha minacciati. Subito dopo si è messo ad espletare i bisogni fisiologici in strada, mostrando le parti intime. Ha quindi proseguito dicendo di volerli affrontare, mostrando i pugni come se volesse iniziare una colluttazione e si è avvicinato in segno di sfida. Si è anche tolto la maglia. 
La denuncia
E’ stato però riportato alla calma dagli agenti che l’hanno identificato. Si tratta di A.P.J., 50enne residente nell’entroterra senigalliese, con diversi precedenti per reati contro la persona e atti osceni. L’uomo inoltre è risultato destinatario di un foglio di via obbligatorio da vari comuni tra cui Senigallia. Alla luce delle condotte messe in atto il 50enne è stato quindi deferito all’autorità giudiziaria per il reato di inottemperanza al divieto di ritorno nel Comune di Senigallia e per resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre gli sono state contestate le violazioni per ubriachezza molesta e atti osceni, applicando una sanzione di 5mila euro.
Sabrina Marinelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA