Oltre 380mila euro di multe non riscosse fino a novembre: l'assessore spiega che cosa è successo

Mercoledì 5 Gennaio 2022
Oltre 380mila euro di multe non riscosse fino a novembre: ecco il parere dell'assessore

SENIGALLIA  - Supera i 380mila euro l’ammontare delle multe, per il mancato rispetto del Codice della strada, non riscosse dall’inizio dell’anno fino a novembre. Da gennaio a settembre erano poco più 365mila euro, a cui si aggiungono oltre 16mila euro deil periodo ottobre-novembre.

 

«È cambiata la modalità di rendicontazione delle multe non riscosse - spiega Ilaria Bizzarri, assessore al Bilancio - e ogni due mesi avremo dalla polizia locale un report con i dati. Gli ultimi riguardano un importo basso poiché sono riferiti a due mesi durante i quali la circolazione è stata ridotta rispetto ai precedenti».

 
Emerge che a non pagare le multe sono soprattutto le famiglie, o meglio i singoli automobilisti, rispetto alle imprese. Nel bilancio di previsione 2021 il Comune aveva previsto 900mila euro di introiti e nei prossimi giorni sarà possibile verificare l’importo raggiunto. Nel totale del non riscosso manca ancora anche il mese di dicembre. Nel dettaglio quindi si tratta di 365.974,54 euro che non sono stati riscossi nei primi nove mesi dell’anno a cui si aggiungono 16.347,80 riferiti ai mesi di ottobre e novembre. Cifra destinata ad aumentare perché sicuramente non tutti gli automobilisti multati a dicembre pagheranno subito visto il trend dei mesi precedenti. Una delle priorità dell’Amministrazione comunale è fare in modo che non ci siano furbetti. Per questo motivo la situazione, non solo delle multe, viene costantemente monitorata. 


Nel 2022 le sanzioni al Codice della strada e di conseguenza le entrate dovrebbero aumentare perché è intenzione della Giunta installare degli autovelox mobili, da spostare in base alle esigenze, nelle strade dove i cittadini segnalano i veicoli sfrecciare. Il recupero dell’evasione, riferito anche alle tasse, è uno degli obiettivi inserito nel bilancio di previsione 2022, la cui bozza è stata approvata dall’ultima delibera di Giunta. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA