Lungomare blindato, multati 21 ragazzi in spiaggia dopo mezzanotte. E ci scappa anche uno scippo

Lunedì 6 Luglio 2020 di Sabrina Marinelli
Senigallia, lungomare blindato, multati 21 ragazzi in spiaggia dopo mezzanotte. E ci scappa anche uno scippo

SENIGALLIA - Task force sulla spiaggia di velluto di Senigallia per garantire una movida sicura. Sanzionati 21 giovani sorpresi in spiaggia dopo la mezzanotte e l’unico episodio fuori dalle righe è stato risolto in fretta. Un giovanissimo turista lombardo ha scippato una ragazza sul lungomare Marconi, portandole via la borsa, ma è stato subito rintracciato dai carabinieri che l’hanno denunciato.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, allarme contagi di ritorno nelle Marche: il cluster dell'Hotel House è arrivato dal Pakistan

Fermo, code e rallentamenti sull'autostrada A14 strozzata, Confindustria: «Almeno togliete il pedaggio»

Segnalato un litigio verbale subito sedato. Una ragazza è stata invece soccorsa da un’ambulanza per uno svenimento. Polizia, carabinieri e vigili urbani sono stati impegnati dalla sera alla notte in un controllo senza precedenti contro gli eccessi della movida, in particolare per scongiurare risse e atti vandalici. 
 
Nella serata di sabato e nella notte di domenica i carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno svolto mirati controlli finalizzati a contrastare l’abuso di bevande alcoliche ma anche i reati contro il patrimonio e contro la persona commessi dai più giovani. E’ stato un sabato affollato con una grande affluenza di persone, prevalentemente giovani, sul lungomare di Senigallia, soprattutto nelle ore notturne. I carabinieri dalle 18 di sabato alle 6 di ieri hanno vigilato sul territorio con 16 militari, i quali hanno proceduto al controllo di 61 persone e 42 veicoli. Hanno vigilato sul lungomare Marconi mentre il personale della polizia di Stato ha garantito il controllo del tratto che va da piazzale della Libertà ed il Ponterosso. Non sono state registrate risse, né liti violente tra gruppi di ragazzi. Dopo la mezzanotte i militari hanno effettuato anche alcuni transiti sul tratto di arenile, insieme al personale della polizia locale di Senigallia. Sono state identificate 11 persone, che sostavano sulla spiaggia in violazione dell’ordinanza comunale. Per tutti, una sanzione amministrativa di 400 euro. Poco prima delle 4 inoltre i militari sono intervenuti nelle vicinanze del ristorante Uliassi, dove una giovane è rimasta vittima di un furto con strappo, commesso da un ragazzo che, scippata la borsa, era dato fuggito verso la spiaggia. 
Il ladro collabora
Gli accertamenti hanno consentito di identificare subito il giovane: un turista lombardo in vacanza. Dopo aver ammesso le proprie responsabilità, il ragazzo ha collaborato con i militari consentendo di ritrovare tutti gli oggetti rubati, ovvero la borsa, le chiavi di casa ed il portafogli con documenti e 70 euro in contanti. Tutto restituito alla legittima proprietaria mentre il giovane è stato denunciato. La presenza massiccia delle forze dell’ordine ha consentito a tutti di trascorrere serenamente la serata. Secondo le disposizioni del questore di Ancona Pallini, sono stati effettuati controlli a tutto campo anche dal personale del Commissariato con l’ausilio della Squadra mobile, dell’Unità cinofila e della polizia stradale. Il dispositivo è stato messo in campo per dare un’energica risposta ai fatti verificatisi lo scorso fine settimana, segnato da diverse liti. Oltre 80 le persone identificate dalla polizia, molte provenienti da altri centri della provincia di Ancona. Numerosi veicoli fermati dalla polizia stradale che ha elevato diverse sanzioni per violazioni al Codice della strada. Una decina le sanzioni per divieto di accesso alla spiaggia oltre la mezzanotte anche da parte della polizia. Per la prima volta non sono stati segnalati danneggiamenti sull’arenile. Inoltre i controlli sono stati estesi anche ai locali pubblici, dove sono stati rilevati elementi di criticità rispetto al divieto di assembramento, che hanno richiesto costanti interventi da parte degli agenti. Non sono state elevate sanzioni, ma i controlli continueranno per prevenire situazioni a rischio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA