E' morto a 62 anni il grafico Luciano Riccardi, detto Lucky, manager dei Musaico, era ricoverato per il Covid a Torrette

Venerdì 13 Maggio 2022 di Sabrina Marinelli
Luciano Riccardi, detto Lucky

SENIGALLIA - Morto il grafico Luciano Riccardi, detto Lucky, manager dei Musaico. Aveva 62 anni. Era ricoverato per il Covid a Torrette, dove ieri mattina è deceduto. I Musaico Folkestra erano la sua seconda famiglia. La band di Francesco Ferrandi e Marco Petrucci, autori e compositori dei Nomadi, che porteranno in città per un concerto in suo onore. Il 14 aprile con un post su Facebook Luciano Riccardi aveva informato di essere stato ricoverato per il Covid. Due anni fa aveva invece subito un trapianto di midollo osseo. 

 


«La vita – aveva scritto - ti riserva sempre delle sfide importanti da superare. Sono positivo dal 27 marzo senza sintomi, dal 6 aprile purtroppo la saturazione è scesa, il 9 aprile sono andato al Pronto soccorso di Torrette (ci sarei dovuto andare prima viste le mie patologie) e mi hanno ricoverato per polmonite virale da Covid. Comunque io non mollo. Un abbraccio a tutti, a presto». Lucky aveva un desiderio che non è riuscito ad esaudire, come hanno raccontato i Musaico ieri in un post. «Ci stavi organizzando il 1° maggio con alcuni componenti dei nostri amici Nomadi, poi arriva quella brutta telefonata anche se col passare dei giorni ti stavi riprendendo e ci dicesti: “La data la recuperiamo e facciamo il botto! Il 28 o il 29 esco dall’ospedale e ci mettiamo sotto per organizzarla”. Faremo di tutto per organizzare questo concerto a cui tenevi tanto con alcuni componenti dei Nomadi, per dedicarti il tuo ultimo concerto». 


L’evento Nomadi-Musaico Folkestra a Senigallia, la sua città, si farà. Lo garantiscono, pronti a superare ogni ostacolo. «Caro Luciano – gli ha scritto ieri Francesco Ferrandi -. Ti prometto e ti giuro, che quella cosa a cui tenevi tanto la faremo. Costi quello che costi e quella serata nella tua Senigallia sarà in tuo onore. Dovessimo stare incatenati io e Marco per giorni. Te lo prometto! Nemmeno la malattia ti aveva allontanato dai Musaico, rallentato sì, ma allontanato mai ed è bastato questo maledetto virus invece a portarti via da noi per sempre». I funerali si terranno domani alle 15.30 alla chiesa del Portone. 


«Ho conosciuto Luciano trent’anni fa – lo ricorda Massimo Bello, presidente del consiglio comunale -. Una brava persona. Disponibile, affabile, cordiale. Mai una volta l’ho veduto arrabbiarsi. Pacato. Ti ascoltava e poi rispendeva. Un gigante dal cuore buono». Bello ricorda anche il suo talento nella grafica e che nell’ultima campagna elettorale, le comunali del 2020, fu lui a creare gli slogan e il materiale promozionale di Fratelli d’Italia, candidandosi anche alla carica di consigliere.

Ultimo aggiornamento: 15:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA