Senigallia, Marianna uccisa e beffata:
«Ripristinate il risarcimento ai figli»

Marianna uccisa
e beffata: «Ripristinate
il risarcimento ai figli»
di Sabrina Marinelli
SENIGALLIA - «È necessario ripristinare il fondo per gli orfani del femminicidio e adoperarsi per tutelare le donne». A parlare è Carmelo Calì, il cugino di Marianna Manduca, morta per mano del marito che aveva denunciato dodici volte. Nello stesso giorno in cui Rai 1 trasmetteva “I nostri figli”, film tratto dalla storia di Carmelo Calì e la moglie Paola Giulianelli, che hanno adottato i tre orfani della donna assassinata in Sicilia, il governo ha bocciato l’emendamento presentato dall’onorevole Mara Carfagna per ripristinare il fondo da dieci milioni di euro destinato agli orfani del femminicidio. Soldi spariti dalla finanziaria. «Dieci milioni sono pochi per i 1.600 orfani di femminicidio – aggiunge Calì, pensiamo a dei nonni che dovessero prendere in carico i nipoti con la sola pensione, non ce la farebbero».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Dicembre 2018, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 05:40