Stroncato da un male a 63 anni, l’Arma dei carabinieri piange Adriano Mattioli

Stroncato da un male a 63 anni, l’Arma dei carabinieri piange Adriano Mattioli
Stroncato da un male a 63 anni, l’Arma dei carabinieri piange Adriano Mattioli
2 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Febbraio 2024, 15:25 - Ultimo aggiornamento: 15:26

SENIGALLIA  - L’Arma dei carabinieri in lutto per la scomparsa di Adriano Mattioli. Aveva 63 anni. L’ex militare aveva prestato servizio ad Ancona presso il Comando Legione Carabinieri Marche fino a pochi anni fa. Abitava nella frazione di Marzocca dove si sono svolti i funerali nella chiesa di Sant’Antonio di Padova alle 15, seguirà la tumulazione nel cimitero di Montignano.

La camera ardente è stata allestita nella casa funeraria Ofr di Borgo Bicchia in via dell’Artigianato.

Verranno raccolte offerte per l’Associazione oncologica senigalliese che è stata accanto a lui e alla famiglia, con i propri volontari, per aiutarli ad affrontare una malattia che il carabiniere ha affrontato con grande dignità e coraggio, riuscendo a fare forza ai suoi cari.

Era originario di Miglianico, in provincia di Chieti, ma da parecchio tempo viveva a Marzocca e aveva lavorato ad Ancona, fino alla pensione. Adriano Mattioli lascia la moglie Antonella, i figli Giulia e Luca, le sorelle Pasqualina e Antonella e il fratello Genezio. La notizia della sua scomparsa, avvenuta sabato, si è appresa ieri nella frazione più popolosa di Senigallia non appena sono comparsi i necrologi. Tutti lo ricordano sempre solare e disponibile con chiunque avesse bisogno. Un grande carabiniere anche quando non indossava la divisa, perché se c’era da dare una mano su di lui si poteva sempre fare affidamento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA