Litiga con la madre e la insegue lungo il Corso: arrivano i carabinieri e lo portano in ospedale

Martedì 9 Giugno 2020
L’ambulanza sul Corso

SENIGALLIA  - Momenti di paura ieri pomeriggio verso le 18.30 lungo il Corso 2 Giugno, dove un ragazzo ha tentato di aggredire la madre, riuscita a scappare e mettersi in salvo. Il litigio, per cause ancora in fase di accertamento, è avvenuto nel tratto centrale, tra piazza Roma e via Arsilli. Dopo aver alzato le mani ma senza ferire la donna, lei ha urlato e vedendo che il figlio era intenzionato a picchiarla si è messa a correre lungo il Corso gridando aiuto. Il figlio dietro cercava di raggiungerla.

LEGGI ANCHE:

I treni Italo tornano nelle Marche: aggiunti altri due convogli a Pesaro e Ancona

A quel punto sono intervenuti commercianti e passanti che hanno subito chiamato i carabinieri, arrivati con la polizia di supporto. I militari hanno fermato il ragazzo, un 26enne, che era in evidente stato di agitazione. La donna invece, pur essendo molto spaventata, non presentava ferite. Ai militari ha confermato che il figlio, con cui era uscita poco prima, aveva tentato di aggredirla e per questo era scappata. I due stavano passeggiando sul Corso quando hanno iniziato a litigare e lui, in preda alla furia, ha alzato le mani contro la madre che, dopo essere stata spintonata, è fuggita temendo potesse farle del male. La reazione della donna ha fatto ritenere ai presenti che già immaginasse le conseguenze, come se fosse accaduto altre volte. È stato necessario chiamare un’ambulanza che ha scortato il ragazzo al pronto soccorso per le cure del caso. Non ha opposto resistenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA