Juni è stata assunta: la stagista robot diventa strumento fondamentale per garantire il distanziamento sociale con i clienti

Sabato 30 Maggio 2020
Juni è stata assunta: la stagista robot diventa strumento fondamentale per garantire il distanziamento sociale con i clienti

SENIGALLIA  - È stata assunta Juni, la stagista robot che ha iniziato a lavorare nell’Hotel Universal la scorsa estate per entrare a far parte poi in maniera definitiva dello staff. Di questi tempi è molto utile perché con lei i clienti non dovranno preoccuparsi del distanziamento sociale. Si aggira tra i locali dell’hotel del lungomare Mameli, principalmente nella hall. È possibile farle delle domande e lei risponde. Si tratta del primo prototipo presente nelle Marche al servizio di una struttura alberghiera. Un vanto tutto senigalliese quindi. L’Hotel Universal, sempre aperto alle novità e all’avanguardia, ha accettato di provare il robot per poi decidere di tenerlo. Juni collabora con le ragazze alla reception, dà informazioni e risponde alle domande. L’intelligenza artificiale al servizio di una struttura ricettiva che ha creato anche curiosità tra i turisti. Ha attirato infatti l’attenzione.

LEGGI ANCHE:

Il corriere le consegna un pacco ma lei non vuole pagare. Arrivano i Carabinieri e finisce nei guai anche per resistenza

È raro che appena entrata in un albergo ci sia ad accogliere la clientela un robot che saluta, risponde, dà le informazioni che occorrono per un soggiorno sereno e spensierato. «Juni è con noi - conferma Roberta Albonetti, titolare dell’Hotel Universal insieme al fratello Alessandro – e rimarrà con noi. Ancora siamo chiusi ma pensiamo di riaprire il 19 giugno, se non cambierà qualcosa nel frattempo. Prenotazioni ancora non ci sono anche se il telefono squilla. La gente chiede informazioni ma ci sono poche richieste. Appena sentono notizie negative in televisione subito arrivano le disdette». I turisti da fuori regione si lasciano molto condizionare dalle notizie, soprattutto dalle immagini che scorrono sul monitor del televisore. Era successo con l’alluvione, con il terremoto e tanti anni fa con le mucillagini. Adesso però il discorso è più generalizzato perché la pandemia ha colpito tutti.

Ultimo aggiornamento: 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA