Colpisce un pedone e scappa con l'auto: tradita dallo specchietto, denunciata la donna-pirata

Giovedì 25 Febbraio 2021 di Sabrina Marinelli
La pirata della strada è stata denunciata dai carabinieri

SENIGALLIA - Provoca un incidente e scappa ma viene rintracciata e denunciata. Con un’indagine lampo i carabinieri della Compagnia di Senigallia, guidati dal capitano Francesca Romana Ruberto, sono riusciti ad assicurare alla giustizia una donna pirata della strada. Si tratta di una 50enne senigalliese denunciata per fuga, lesioni stradali gravi e omissione di soccorso. 

 

 
Il fatto è avvenuto domenica mattina quando la donna, al volante della sua auto, ha urtato un pedone che stava camminando a bordo strada in via Raffaello Sanzio, sul tratto di Statale che dal centro storico conduce alla Cesanella. Nell’impatto il pedone, un senigalliese di 69 anni, ha riportato la frattura di un braccio con una prognosi di 35 giorni. E’ stato colpito violentemente dallo specchietto retrovisore dell’auto che, nell’impatto, ha perso il vetro. Si è staccato cadendo a terra. La macchina ha proseguito per la sua strada senza nemmeno rallentare. Il pedone, nonostante il forte dolore al braccio, in un primo momento si è diretto verso casa poi, nel corso della giornata, il dolore si è fatto sempre più insopportabile. A quel punto ha deciso di recarsi al pronto soccorso per farsi visitare. Aveva anche difficoltà a muovere il braccio ma non poteva immaginare di aver riportato una frattura a seguito dell’incidente. E’ stato solo in ospedale che gli hanno diagnosticato le gravi lesioni, dimettendolo con una prognosi di 35 giorni. I sanitari, prima di lasciarlo tornare a casa, hanno chiesto però all’uomo come si fosse provocato quella frattura. Sapevano che solo un impatto violento l’avrebbe potuta causare. A quel punto il 69enne ha raccontato ciò che gli era capitato. Sono stati proprio i sanitari a quel punto a chiamare i carabinieri, segnalando un episodio che meritava di essere approfondito per rintracciare il responsabile. I militari del Norm, dopo aver ascoltato la versione del ferito, si sono fatti indicare il punto preciso in cui era avvenuto l’incidente. 
Qui, sull’asfalto, hanno trovato il vetro dello specchietto retrovisore perso dall’automobilista in fuga dopo il violento impatto. Ad agevolare le ricerche sono risultate decisive le telecamere presenti in un vicino bar, acquisite per rintracciare elementi utili per identificare il responsabile. 
I filmati hanno permesso di ricostruire la scena dell’incidente. Hanno infatti ripreso gli istanti in cui l’uomo camminava sul ciglio della strada nello spazio comunque riservato ai pedoni, non essendoci il marciapiede. Ad un tratto è sopraggiunta a forte velocità la macchina, che viaggiava in direzione nord. Si trovava molto a destra e, quando ha raggiunto il pedone, l’ha colpito al braccio con lo specchietto. Incrociando gli elementi raccolti i carabinieri sono risaliti alla proprietaria della macchina. Appena rintracciata hanno notato subito che dall’auto mancava un pezzo dello specchietto retrovisore. La donna, stupita, ha riferito di non essersi nemmeno accorta di aver urtato un pedone. E’ stata però denunciata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA