Il ladro acrobata arriva all'alba, risveglio da brividi per una coppia di Senigallia: «Balzato dentro come una molla»

Il ladro acrobata arriva all'alba, risveglio da brividi: «Balzato dentro come una molla»
Il ladro acrobata arriva all'alba, risveglio da brividi: «Balzato dentro come una molla»
di Sabrina Marinelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 19 Luglio 2022, 02:05 - Ultimo aggiornamento: 14:59

SENIGALLIA - Risveglio da incubo ieri mattina per una coppia di ex commercianti del centro storico, che si è ritrovata un ladro in casa. Erano le 5 quando un uomo è entrato nell’appartamento in un piano rialzato del rione Porto, poco distante dal fiume Misa. E’ passato da un finestrone aperto, dopo essersi arrampicato per un’altezza di due metri. Il proprietario di casa se l’è visto passare di fianco ma è stata questione di pochi secondi. «L’ho visto solo di schiena mentre scappava quindi non saprei riconoscerlo – racconta la vittima che chiede di mantenere l’anonimato –, di sicuro era un professionista, un acrobata perché si è lanciato dalla finestra a due metri da terra senza cadere in strada. Mi chiedo ancora come abbia fatto, un acrobata». 


La finestra aperta

Il ladro è entrato dalla finestra trovata aperta, si è diretto in cucina dove ha preso il portafoglio della donna con cui poi è scappato. Il proprietario stava dormendo sul divano del salotto, vicino alla finestra aperta in cerca di un po’ di refrigerio, e se l’è visto passare accanto. Si è svegliato in quel momento. «In un piano rialzato non è semplice entrare – aggiunge - mi è passato ad un metro e si è recato in cucina dove c’era il portafoglio, al ritorno mi è passato di nuovo vicino e mi sono accorto della sua presenza ma ha fatto un salto attraverso la finestra e si è dileguato. Quando mi sono accorto dopo un secondo era già saltato. Era vestito di scuro, credo non avesse scarpe altrimenti mi sarei accorto prima perché ho il sonno leggero e poi il parquet fa rumore. Credo fosse scalzo. E’ stato velocissimo, atletico, una molla». 


Il portafoglio era di Louis Vuitton e dentro c’erano documenti e carte di credito, subito bloccate. Di soldi circa 20 o 30 euro. Non ricordano di preciso. La moglie ha fatto un appello ieri sulla pagina Facebook “Furti e segnalazioni Senigallia e paesi limitrofi” sperando di ritrovare il portafoglio e recuperare così almeno i documenti. Per l’accaduto ha sporto denuncia ai carabinieri. Il rione Porto è una zona tranquilla e nella parte limitrofa al centro storico, dove è avvenuto il furto, episodi in passato sono stati davvero molto rari. Per i militari potrebbe trattarsi di un tossicodipendente, attirato dal finestrone aperto, ma i proprietari sono rimasti colpiti dalla sua agilità e sono certi che si tratti di un professionista. La sicurezza con cui si è mosso, senza fare il minimo rumore, e l’agilità nell’arrampicarsi fino ad un piano rialzato di due metri e poi lanciarsi nel vuoto, senza cadere, non fanno pensare che si possa essere trattato di uno sprovveduto in cerca di spiccioli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA