Senigallia, i ladri non trovano soldi o gioielli e fuggono con le scarpe e gli alcolici

Senigallia, i ladri non trovano soldi o gioielli e fuggono con le scarpe e gli alcolici
Senigallia, i ladri non trovano soldi o gioielli e fuggono con le scarpe e gli alcolici
di Bianca Vichi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 04:10

SENIGALLIA - I ladri si accontentano anche di vestiti e alcolici quando non trovano soldi o gioielli. È accaduto in un furto messo a segno nel weekend passato in via Verdi nel quartiere del Vivere Verde. La madre della vittima ha informato ieri nel gruppo “Furti e segnalazioni Senigallia” che a casa del figlio i ladri sono fuggiti portando via orologi ma anche scarpe e bottiglie di liquori. Non, quindi, una banda di professionisti ma topi d’appartamento che prendono ciò che trovano e reputano utile e interessante.

La denuncia è stata fatta ai carabinieri, che sabato sono intervenuti invece per un altro furto di orologi e borse in centro. Stanno cercando un’automobile sospetta, una Mini Cooper di colore verde scuro, notata anche domenica fuori da una villa di Scapezzano. Dal numero di targa sono risaliti ad una macchina in uso a dei ladri che hanno già commesso degli episodi in zona. Le indagini sono in corso. 
Non cercava soldi e nemmeno gioielli invece la 40enne residente in città ma originaria dell’Est Europa, denunciata lunedì dalla polizia per furto. Aveva rubato cosmetici e prodotti di bellezza per oltre 300 euro all’Ipercoop. Lunedì pomeriggio, infatti, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato sono intervenuti presso il centro commerciale di Cesano poiché il personale della vigilanza interna aveva chiamato la centrale operativa segnalato la presenza di una persona, che si muoveva in modo sospetto tra le corsie. Gli agenti immediatamente si sono recati presso l’ipermercato dove hanno bloccato la donna prima che scappasse. La stessa aveva in mano delle borse all’interno delle quali c’erano numerosi oggetti, per lo più prodotti di bellezza. I poliziotti hanno accertato che la merce presente nelle borse, per un valore superiore a 300 euro, non era stata pagata. La donna aveva tentato di allontanarsi velocemente dall’ipermercato, recandosi in un’altra area per fuggire dalle casse ma invano essendo stata fermata prima che potesse dileguarsi. Al termine degli accertamenti è stata denunciata e tutta la refurtiva restituita al legittimo proprietario. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA