Senigallia,16enne scappa dalla comunità e torna a casa in autostop

Il tribunale dei minori
Il tribunale dei minori
di Sabrina Marinelli
2 Minuti di Lettura
Domenica 20 Ottobre 2019, 04:35

SENIGALLIA - Sedicenne scappa dalla comunità di Macerata e torna a casa in autostop. Uno choc quando la madre, nei giorni scorsi, si è ritrovata la figlia alla porta. La ragazzina, che sapeva al sicuro in un’altra città, è riuscita a fuggire. Subito è scattato l’allarme per rintracciarla ma per fortuna tutto si è risolto per il meglio perché è arrivata sana e salva a Senigallia. La madre, preoccupata per le fughe, non essendo la prima volta che accade, non vuole che l’adolescente ribelle torni in comunità, come invece dovrà avvenire la prossima settimana. «Sono disperata, non so come fare – racconta la donna –. Mia figlia ha già detto che se dovrà tornare in comunità scapperà il giorno dopo». 

Erano fuggiti dalla comunità, due giovani ritrovati dalla Polfer alla stazione ferroviaria

Jesi, evade dalla comunità dove è ai domiciliari: preso e incarcerato

 


Continua lo sfogo: «Adesso è stata l’ultima volta ma è già capitato. Se non sono in grado di seguirla è meglio che stia a casa con me». Nei mesi scorsi aveva acconsentito affinchè la figlia adolescente seguisse un percorso per calmare l’indole ribelle. «Litigavamo spesso – racconta –, non mi sono opposta al suo trasferimento ma adesso ho paura. Temo che nel fuggire possa incontrare qualche malintenzionato, chiedendo un passaggio, e mi sento più sicura tenendola con me».

Aggiunge la mamma: «Il primo periodo in comunità le ha fatto bene. Adesso andiamo d’accordo, mi chiede anche il permesso per andare in bagno. È cambiata tantissimo». C’è però un provvedimento del Tribunale dei minori che ha stabilito la sua permanenza in comunità dove dovrà tornare. «Ho accettato di mandarla in comunità convinta di fare il suo bene – conclude la madre – ma è a rischio la sua incolumità». Ha deciso di impugnare il provvedimento del giudice e vorrebbe che nel frattempo la figlia rimanesse con lei. «Sto esaminando la situazione – spiega l’avvocato Stefania Martinangeli, che segue la famiglia -. La volontà della ragazza è rimanere con la madre ma c’è un provvedimento del Tribunale dei minori. Chiederemo la revisione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA