Senigallia, si frattura il perone cadendo
in una buca, l'assicurazione non paga

Si frattura il perone cadendo
​in una buca, l'assicurazione
del Comune non paga
SENIGALLIA - Cade per colpa di una buca e si rompe il perone, all’altezza della caviglia, ma dopo due anni ancora l’assicurazione non paga. Le fotografie della donna, che immortalano asfalto e buca, non corrispondono a quelle fornite dal Comune dove si vedono sanpietrini posizionati regolarmente. La signora, disperata, ha scritto al sindaco. Dovrà subire ancora un altro intervento a breve e, per colpa di quella caduta, non potrà più indossare i tacchi. “A seguito di un attento esame della documentazione ricevuta – spiega il liquidatore dell’assicurazione del Comune -, e dopo i chiarimenti ricevuti dall’ente, non è stato provato il luogo dell’incidente. L’ente ha fornito numerose fotografie del punto della strada in cui avrebbe dovuto esserci la buca, in cui la signora è caduta, ma in nessuna appare. Nemmeno un rattoppo recente dell’asfalto. Addirittura la pavimentazione è fatta di sanpietrini mentre nella foto dove si vede la caviglia appoggiata sulla buca (fornita dalla signora) non si vedono sanpietrini”. Il liquidatore ha chiesto altre fotografie alla donna sul luogo esatto della caduta. “A questo punto mi sento veramente offesa – lamenta la signora - come se la buca non ci fosse stata. Mi avete fatto un grave danno sia fisico che morale – prosegue rivolgendosi al sindaco -. Ora dovrò subire il terzo intervento e mi piacerebbe avere anche un incontro per farle vedere la caviglia distrutta e un piede più grande dell’altro di un numero.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Maggio 2019, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2019 06:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO