La fontana della Rotonda è putrida: «Colpa di chi la usa come toilette»

La fontana della Rotonda è putrida: «Colpa di chi la usa come toilette»
La fontana della Rotonda è putrida: «Colpa di chi la usa come toilette»
di Sabrina Marinelli
4 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2022, 04:25

SENIGALLIA  - La fontana della Rotonda è stata messa fuori uso dalla sabbia che ha intasato gli ingranaggi. Colpa anche dei bagnanti che l’hanno usata impropriamente per tutta l’estate per lavarsi i piedi. Negli ultimi giorni diversi cittadini si sono accorti che la fontana di piazzale della Liberà, davanti alla Rotonda, ha assunto un colore verdastro. Stava facendo la fine del Misa, che nel frattempo è stato stappato. L’intasamento degli ingranaggi ha bloccato il ricircolo dell’acqua. Si è quindi creato un ristagno.

 
L’intervento 
Per evitare che si rompesse del tutto è stata spenta dagli operai comunali. All’interno, oltre alle orme di piedi visibili sul fondale sabbioso, a conferma del fatto che qualcuno ci ha anche camminato oltre a lavarsi, è stata trovata dell’immondizia, cartacce o altro che i passanti hanno buttato al suo interno. Purtroppo tutte le fontane vengono utilizzate come pattumiere e il primato va a quella di piazza Roma, che il Comune ha fatto ripulire perché era diventata davvero uno scempio. In piazza del Duca, invece, oltre a gettare rifiuti nella fontana, vengono infilate cartacce e lattine accartocciate di continuo nelle fessure presenti nelle statue dei leoni che la circondano

. «La fontana di piazza Roma è stata ripulita – conferma Nicola Regine, assessore ai Lavori pubblici – e la riattiveremo nei prossimi giorni». Le fontane del centro storico erano state spente per far fronte alla crisi idrica. Era rimasta accesa solo quella della Rotonda perché ha un sistema di riciclo dell’acqua, quindi non crea sprechi. Però anche questa da qualche giorno è spenta. «Ho dato disposizione di pulirla al più presto, tempo permettendo – prosegue l’assessore Regine –. È stata chiusa alcuni giorni fa perché sporca. La sabbia ha intasato le pompe. Un po’ sarà stata portata dal vento, ma è dovuto anche al fatto che le persone ci si sciacquano i piedi sporchi di sabbia, che si è depositata sul fondo».

La condizione in cui versa la fontana, recentemente dedicata a Mario Giacomelli che tutti associano però alla Rotonda, vista la vicinanza, ha scatenato polemiche. «Senigallia “Città della fotografia” ha giustamente fatto riprodurre nella vasca della fontana in piazza della Libertà un celebre scatto del suo illustre cittadino Mario Giacomelli – commenta l’ingegnere Gabriele Annovi, assiduo frequentatore di Senigallia - peccato che “il girotondo dei pretini” sia quasi invisibile all’interno dalla vasca coperto dalle alghe e da rifiuti vari nella vasca che, attualmente, ha la pompa di ricircolo ferma per cui lo sporco all’interno è ben visibile, deturpando la riproduzione dell’opera di Mario Giacomelli». 


Il drone
L’ingegnere, che ha scattato anche delle fotografie con il drone per documentare meglio la situazione, lamenta anche la Rotonda chiusa. «Piazza della libertà è un biglietto da visita per il turista che visita Senigallia e non può essere lasciata in questo stato di incuria - aggiunge - dal momento che è già purtroppo svilita dalla mancata apertura della Rotonda a mare che è uno dei simboli di Senigallia. La Rotonda chiusa e la fontana abbandonata alla sporcizia danno un’idea al turista di una città decisamente sottotono rispetto alle sue ottime potenzialità e Senigallia non se lo può assolutamente permettere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA