Senigallia, i finti sordomuti parlano
tra di loro: è caccia ai truffatori

Martedì 6 Agosto 2019
Senigallia, i finti sordomuti parlano tra di loro: è caccia ai truffatori

SENIGALLIA - Si fingevano sordomuti per spillare soldi ai passanti. Con alcuni ci sono purtroppo riusciti, con altri invece no. Un gruppo di truffatori è stato segnalato alle forze dell’ordine e alla polizia locale proprio ieri. Nel weekend diversi ragazzi giravano con dei fogli per raccogliere firme oltre a donazioni. Sono stati segnalati lungo il Corso 2 Giugno e nel parterre della Rocca. Proprio sul Corso due di loro si sono traditi. Uno ha chiamato l’altro che si è poi girato ed ha risposto. Ma non erano sordomuti? Deve aver pensato un passante che ha notato l’accaduto.

Chiedono 300 euro per rilevatori di gas che ne valgono 20: denunciati

Nella zona della Rocca invece, non appena una signora che avevano fermato, ha avvisato che avrebbe chiamato la polizia per denunciare la truffa, sono scappati. In questa circostanza erano altri due, tra cui una ragazza, ma evidentemente dello stesso gruppo di truffatori. «In questi giorni girano persone che si spacciano per sordomuti, facendo gesti e chiedendo soldi per beneficenza – uno degli appelli comparsi sui social ieri -. Non firmate nulla né date soldi. L’ente nazionale sordi non manda a raccogliere soldi per strada. Denunciate e segnalate i truffatori ai carabinieri se ce la fate». Anche le forze dell’ordine, messe al corrente dell’accaduto, invitano a non dare denaro e a chiamare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA