Ex Colonie Enel, rilasciato il permesso: ora saranno costruiti 28 appartamenti. Hotel in stand by ma ci saranno altre strutture

Sabato 16 Ottobre 2021 di Sabrina Marinelli
Ex Colonie Enel, rilasciato il permesso: ora saranno costruiti 28 appartamenti. Hotel in stand by ma ci saranno altre strutture

SENIGALLIA  - Rilasciato il permesso di costruire per l’ex Colonie Enel sul lungomare Da Vinci, dove i lavori inizieranno entro la fine del mese. La società Iniziative Turistiche, che fa capo a Giulio Benni e che si occuperà di realizzare l’intervento, avrà tre anni di tempo per ultimarlo. Questo quanto previsto dal Comune. Un intervento di riqualificazione di cui si parla da circa vent’anni, che ora vedrà la luce.

 

Per il momento sono previste solo residenze. In stand by l’hotel di lusso inserito inizialmente nella progettazione che negli anni ha subito lunghe pause, fino allo sblocco con una variante nel 2018 poi di nuovo uno stop e adesso il via libera. 


Nel 2018 il Comune aveva concesso una variante al piano urbanistico attuativo per agevolare la realizzazione dell’intervento, rimasto in stand by da parecchi anni. In particolare era stata stralciata la via che sarebbe dovuta sorgere sul retro e l’allargamento del sottopasso di via Grosseto che conduce alla Statale. Erano stati eliminati anche i 212.750 euro inizialmente a carico del Comune, come partecipazione alle spese per il prolungamento di via Rieti fissata dal piano d’area, poi stralciato dalla variante. Con le ultime modifiche intervenute, tra le opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione è previsto il rifacimento del sottopasso di via Grosseto, che diventerà ciclopedonale e non più carrabile come previsto inizialmente, e una nuova strada di fianco alla ferrovia nel solo tratto interessato dal comparto. Verrà inoltre ceduta un’area verde al Comune di 3500 metri quadri, rifatto il muretto para-sabbia, disposta una nuova illuminazione con due marciapiedi. Oltre a quello lato mare già presente, che sarà riqualificato e diventerà più largo, ce ne sarà uno lato monte.

La realizzazione del complesso residenziale Da Vinci porterà quindi in dote la riqualificazione del lungomare da cui prende il nome. La proprietà, che fa capo al Gruppo Benni, ha archiviato, almeno per il momento, la previsione iniziale di realizzare un albergo di lusso la cui quota turistico ricettiva potrà essere compensata in residence per le vacanze. Al momento quindi solo residenze e servizi vari. La nuova passeggiata del lungomare verrà realizzata con una pavimentazione in pietra d’Istria, con aree idonee ad ospitare la vegetazione ad alto fusto per il giusto ombreggiamento. Gli ingressi carrabili ai lotti avverranno dalla nuova strada che sarà realizzata lato ferrovia, per aumentare la qualità e il confort degli spazi pertinenziali fronte mare, rimandando alla strada retrostante le zone di carico-scarico e di parcheggio. 


Gli edifici sono stati pensati in posizione arretrata rispetto al confine con il marciapiede pubblico, così da lasciare un ampio spazio dedicato al giardino e area attrezzata per la piscina a servizio dei residenti che avranno anche una palestra privata. Il complesso residenziale è costituito da due edifici principali e dal parcheggio coperto sul lato posteriore. Entrambi gli edifici residenziali avranno sei piani che ospiteranno complessivamente 28 appartamenti mentre il piano terra sarà riservato ai servizi del condominio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA