Il CaterRaduno si allontana da Senigallia: «Ma abbiamo pronta una grande alternativa». Polemiche sul percorso del triathlon

Il CaterRaduno si allontana da Senigallia: «ma abbiamo pronta una grande alternativa». Polemiche sul percorso del triathlon
Il CaterRaduno si allontana da Senigallia: «ma abbiamo pronta una grande alternativa». Polemiche sul percorso del triathlon
di Sabrina Marinelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 08:00

SENIGALLIA - Gli albergatori chiedono di rivedere il percorso e gli orari del Triathlon, abbinato ai Deejay Xmasters. E’ la richiesta arrivata all’Amministrazione comunale per programmare in tempo l’evento in maniera meno impattante. Mentre il cartellone degli eventi si sta definendo, mancherebbe solo la manifestazione legata a Caterpillar, per una parte degli albergatori ci sono da studiare meglio dal punto di vista logistico quelle due giornate dei Deejay Xmasters.

Orari e permessi

«Nessuno mette in discussione la manifestazione che è importante – spiega Marco Manfredi, presidente dell’Associazione Albergatori – però abbiamo chiesto all’Amministrazione comunale, visto che comunque i permessi poi li rilasciano i vigili, soluzioni alternative sul percorso o sugli orari. Ci sono problemi evidenti e ogni anno polemiche». Molte strade cittadine vengono paralizzate per consentire il passaggio dei concorrenti. «Luglio è un mese importante e blindare le strade per alcune ore in due giornate del weekend è un problema – prosegue Manfredi – ci crea meno disagi il Giro d’Italia che ferma solo la Statale ed è concentrato in un’ora. Non vogliamo rinunciare alla manifestazione ma c’è bisogno di alleggerirla. L’abbiamo segnalato ora in modo che ci sia tutto il tempo per programmare soluzioni meno impattanti».

Demanio Marittimo

Critica invece sul cartellone estivo è Stefania Pagani, consigliere di Vola Senigallia che lunedì in Consiglio presenterà un’interrogazione. «A fronte di molte realtà che si stanno muovendo con idee chiare e una buona promozione – dice - mi stupisce molto l’inerzia di questa Amministrazione». Poi aggiunge: «Il fatto che il CaterRaduno sia destinato a diventare un ricordo sembra qualcosa di più che una probabilità». Il Comune ha pronta l’alternativa. «Non abbiamo novità – spiega il sindaco Massimo Olivetti – ma abbiamo un altro evento pronto, di grande impatto, che potrà sostituire il Cater se non dovesse esserci». Intanto si parte oggi con un’anteprima di Demanio Marittimo, in programma il 22 luglio a Marzocca. Il primo workshop shop sarà questo fine settimana con due conferenze, oggi alle 18 e domenica alle 11 al centro sociale Adriatico a Marzocca. Parteciperanno gli studenti di Architettura di Camerino e avranno come riferimento la zona sud, aree da recuperare e rigenerare di Marzocca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA