Effusioni davanti ai bambini
Caccia alle coppiette nel parco

Martedì 29 Luglio 2014
Effusioni davanti ai bambini Caccia alle coppiette nel parco

SENIGALLIA - Nuove proteste nel Parco della Pace di Senigallia dove si moltiplicano le segnalazioni alla polizia di coppie troppo "affiatate" che amoreggiano incuranti della presenza di bambini. Episodi che non si verificano dopo il tramonto o in serata ma in pieno giorno proprio come accaduto lunedì mattina nel parco di via del Molinello dove già alcune sere prima, i residenti avevano notato una coppia in atteggiamenti troppi espliciti sopra una panchina. Difficile intervenire da parte della polizia municipale che il più delle volte viene chiamata quando ormai gli amanti focosi sono spariti. Le segnalazioni sono state numerose negli ultimi giorni, compresi i casi di prostitute registrati in pieno giorno quando soprattutto anziani sono stati visti appartarsi, ma nemmeno tanto, con giovani ragazze nei giardini Catalani o in quelli di via Chiostergi.

Il problema per quanti si lamentano sta nel fatto che questi episodi avvengono appunto di giorno quando i parchi vengono utilizzati da altri utenti, soprattutto bambini. Al tempo stesso il fenomeno attira l'attenzione dei cosiddetti guardoni che si appostano nei parchi in attesa di assistere allo spettacolo a luci rosse gratuito. Anche la loro presenza è stata più volte segnalata. Nell'era digitale capita anche che chi opta per il sesso "en plein air" finisca registrato o fotografato con i telefoni di ultima generazione che ormai permettono di fare tutto. Il pericolo maggiore è quello di ritrovarsi a propria insaputa su Facebook oppure di finire all'attenzione delle forze dell'ordine, come accaduto per la coppia che si scambiava effusioni al parco di via del Molinello lunedì mattina. Dalle foto però, come ribadisce la polizia municipale, non è possibile sanzionare nessuno perché le infrazioni vanno contestate dagli agenti sul posto. Oltretutto non essendo i due amanti riconoscibili difficile, se non impossibile, rintracciarli per chiedere loro di trattenersi e non cedere alla passione nei luoghi pubblici dove rischiano anche una denuncia per atti osceni. Passione travolgente che ha fatto perdere il contatto con la realtà anche ad una coppia sulla spiaggia di Marzocchetta ma i due, dopo aver dato spettacolo con la propria performance, hanno chiesto scusa al pubblico presente che li ha applauditi dicendo che credevano di essere da soli. A volte si tratta di scene che suscitano solo ilarità e curiosità, come conferma l'episodio di Marzocca dove nessuno ha chiamato le forze dell'ordine.


Leggi Corriere Adriatico per tre mesi a soli 9.99€ - Clicca qui per la PROMO



Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA