A distanza di pochi giorni sorpresi ancora senza la mascherina, la multa raddoppia: costa cara la sosta sul lungomare a tre giovani

Martedì 26 Gennaio 2021
A distanza di pochi giorni sorpresi ancora senza la mascherina, la multa raddoppia: costa cara la sosta sul lungomare a tre giovani

SENIGALLIA  - Multati otto ragazzi dai carabinieri della Compagnia di Senigallia per il mancato rispetto delle norme anti-covid. Domenica pomeriggio i militari hanno notato tre giovani fermi all’interno di una macchina sul lungomare di Marina. Hanno notato subito che nessuno indossava la mascherina, obbligatoria anche all’interno dell’abitacolo se non si tratta di congiunti. Loro erano amici, ciascuno con una residenza diversa.

 

LEGGI ANCHE:

Pranzo al sacco senza mascherina al parco: scatta la multa Covid per otto badanti georgiane

 

 

I carabinieri si sono quindi avvicinati e li hanno identificati. Avevano tra i 18 e i 19 anni. Da un approfondimento a loro carico è emerso che tutti erano recidivi perché già sanzionati per lo stesso motivo. Già in passato infatti erano stati sorpresi a girare senza mascherina ed erano stati multati. Alla luce del loro comportamento recidivo la multa questa volta è stata raddoppiata. Invece delle consuete 400 euro ciascuno, ognuno è stato sanzionato con una multa da 800 euro. Inoltre da un ulteriore controllo a carico di uno di loro è emerso che era in possesso di una dose di “fumo”. Di preciso 13 grammi di marijuana. Per questo motivo il ragazzo è stato segnalato in Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

I controlli sul rispetto delle normative per evitare la diffusione del virus sono stati eseguiti nel weekend appena concluso in tutti i comuni di competenza della Compagnia dei carabinieri di Senigallia. Altre irregolarità sono emerse a Corinaldo dove sono stati controllati dei ragazzi fermi in una sola macchina come accaduto a Montemarciano. Anche loro avevano un’età compresa tra 18 e 19 anni e non erano familiari ma amici, violando le norme previste per gli spostamenti. Diversamente dal precedente episodio però era la prima volta che venivano fermati e trovati in violazione alle norme anti-covid.

A loro carico è stato quindi emesso un verbale standard da 400 euro ciascuno. Complessivamente quindi nel fine settimana scorso i carabinieri hanno elevato otto sanzioni per un ammontare di 4.400 euro. Tutto regolare invece negli altri comuni della Compagnia dove, nonostante i controlli siano stati capillari, non sono emerse irregolarità e tutti si sono comportati correttamente. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni per verificare che tutti rispettino le regole per il contenimento del virus. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA