Derubata una 92enne in carrozzina
Fuga con orologio d’oro e catenina

Martedì 16 Ottobre 2018
Derubata una 92enne in carrozzina Fuga con orologio d’oro e catenina

SENIGALLIA - Derubata dell’orologio d’oro e della catenina con il crocifisso una 92enne in sedia a rotelle. La spregiudicatezza dei truffatori non conosce limiti. Non si fermano nemmeno davanti ad un’anziana disabile. È accaduto sabato verso le 18 in via Rodi nel rione Porto. Marito e moglie stavano rientrando a casa. Il pensionato, 89enne, stava spingendo la carrozzina della moglie 92enne. Arrivati davanti alla porta hanno trovato due persone. Un uomo e una donna. Lui si è presentato come il sostituto del medico di famiglia che, per un imprevisto, sarebbe stato assente per un periodo. La giovane è rimasta invece in disparte ad osservare la scena.

 

La coppia, presa alla sprovvista, ha ascoltato lo sconosciuto che ha poi iniziato a toccare l’anziana. Questa volta niente abbracci ma una stretta di mano, utile a sfilare l’orologio, e una continua gesticolazione con mani appoggiate sulle spalle, per sganciare la collana, chiedendo alla donna come si sentisse e se avesse del dolore. Tutto molto strano per i due residenti di via Rodi che non hanno avuto però nemmeno il tempo di capire cosa stesse accadendo. Infatti il truffatore e la complice hanno agito in fretta. Una volta ottenuto ciò che desideravano si sono dileguati. Via Rodi il sabato pomeriggio è abbastanza trafficata essendo vicino alla chiesa, dove si svolge la funzione religiosa prefestiva e l’oratorio è molto animato. 

Se da un lato il trambusto ha aiutato i due a confondersi meglio è pur vero che poteva rappresentare un pericolo, nel caso qualcuno si fosse avvicinato per capire cosa stesse succedendo o se le vittime avessero chiesto aiuto. Marito e moglie, dopo aver fatto la conoscenza del presunto medico, che avrebbe sostituito il loro di famiglia per un periodo, sono entrati in casa. In un primo momento non si sono accorti di nulla. Solo più tardi la moglie ha chiesto al marito di cercare l’orologio che non aveva più al polso. 
È stata in quella circostanza che il consorte le ha fatto notare che non aveva nemmeno la catenina d’oro con il crocifisso. A quel punto hanno capito tutto. Ieri si sono recati nella caserma dei carabinieri per raccontare l’accaduto e sporgere denuncia. Sia l’orologio che la collana erano in oro. Nei giorni scorsi era stato un medico di base che ha lo studio in via Marche a mettere in guardia i pazienti, dopo aver saputo che un falso dottore si spacciava come suo sostituito, riferendo che lui aveva avuto un brutto incidente ed era ricoverato in gravi condizioni in ospedale. Scusa simile a quella adottata sabato pomeriggio dal truffatore che ha raggirato l’anziana disabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA