In funzione un altro hub vaccinale: è nella sede della Caritas, già iniettate 180 dosi

In funzione un altro hub vaccinale: è nella sede della Caritas, già iniettate 180 dosi
In funzione un altro hub vaccinale: è nella sede della Caritas, già iniettate 180 dosi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Giugno 2021, 15:50 - Ultimo aggiornamento: 15:52

SENIGALLIA  - Aperto un hub vaccinale alla Caritas. “Senigallia Total Covid free” il nome dell’iniziativa che ha già permesso di vaccinare 180 persone.

«Se per assurdo in questo momento si potesse vaccinare contro il Covid tutta la popolazione mondiale – commenta il dottore Maurizio Marchionni, coordinatore dei medici di famiglia - questo virus, forse non il peggiore della storia dell’umanità ma sicuramente molto insidioso, subdolo e in parte ancora misterioso, capace di uccidere oltre 130mila italiani in 16 mesi, sparirebbe».

Fatta questa premessa, spiega il progetto che ha visto la collaborazione dei medici di famiglia. «Ecco questo pensiero spinge me e tanti colleghi di medicina generale a raddoppiare gli sforzi per raggiungere nel più breve tempo possibile il maggior numero di cittadini – aggiunge -, e questo è il senso di questa fase tre della vaccinazione da parte della equipe territoriale (E.T. mare) dei medici di famiglia di Senigallia (dopo quella delle Rsa e sui fragili), iniziata il 27 maggio presso i locali della Caritas e dell’ambulatorio solidale Paolo Simone». Qui grazie all’impegno dei volontari della struttura e dell’Auser è stato aperto un hub vaccinale.

«Non va in competizione con il ben più grande e ottimo centro cittadino presso i vigili del fuoco – spiega il dottor Marchionni - ma lo completa in quanto la prenotazione è personalizzata presso il proprio medico, che riesce in tal modo a intercettare anche i più dubbiosi e svantaggiati, questi ultimi segnalati anche dai volontari stessi. Non a caso il nome dato all’iniziativa è “Senigallia Total Covid free” dove “total” vuole significare diffusività e inclusività dell’azione vaccinale». Dopo tre pomeriggi sono stati vaccinati in questo centro 180 persone, molte delle quali non avrebbero aderito senza questo tipo di contatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA