A Senigallia 145 ragazzi positivi al Covid. Scatta la quarantena bis per due classi: «Follia, non si può andare avanti così»

Giovedì 16 Dicembre 2021 di Sabrina Marinelli
A Senigallia 145 ragazzi positivi al Covid. Scatta la quarantena bis per due classi: «Follia, non si può andare avanti così»

SENIGALLIA - Due classi fanno il bis e tornano in quarantena. Alle medie Fagnani ieri è capitato ad una che era tornata a scuola venerdì e alla primaria Leopardi ad un’altra che era rientrata a fine novembre. Sono attualmente 18 le classi in quarantena in città a cui si sommano 2 ad Arcevia e 1 ad Ostra. È il report fornito ieri al sindaco Olivetti, che non chiuderà la scuole su indicazione del Servizio di prevenzione.

Vaccini ai bambini, sono 1.300 le prenotazioni. Primi reparti riconvertiti. Bandi per i nuovi hub: chiesti 187 vaccinatori, per ora ne arrivano 10

 
La scelta
«Ci sono più possibilità di prendere il virus fuori che dentro le scuole – spiega Olivetti – chiuderle non risolverebbe il problema. Mi attengo alle disposizioni delle autorità sanitarie». Gli studenti in quarantena nei Comuni del Distretto sanitario di Senigallia sono 453 di cui 170 positivi. Solo Senigallia ne conta 347 in quarantena di cui 145 positivi. Sono 187 le quarantene tra materne e primarie con 72 positivi a cui va aggiunta la classe Leopardi perché da oggi è in Dad preventiva. Un bambino è risultato positivo ma serve la conferma del molecolare per attivare la quarantena. Ieri, tornato a casa, non si è sentito bene e ha fatto il test rapido. Sono 86 i ragazzi in quarantena alle medie di cui 51 positivi, a cui aggiungere la classe della Fagnani che farà il bis perché la quarantena è stata comunicata ieri dopo il report. Infine 68 in quarantena alle superiori con 21 positivi e ci sono anche 6 in quarantena sotto i tre anni di cui 1 positivo. Questa la situazione scolastica a Senigallia dove addirittura due classi sono di nuovo in Dad. 


Le famiglie
«La prima volta la classe di mio figlio, quasi tutti vaccinati perché è una terza media, è andata in quarantena con un solo positivo – spiega Federica Rossi, genitore delle medie Fagnani -. Il 10 sono tornati a scuola e martedì nella tarda serata c’hanno avvisato che, siccome c’era un positivo, da oggi (ieri ndr) sarebbero stati di nuovo in Dad. Ora è arrivata la comunicazione della quarantena. Non si può andare avanti in questo modo folle, non possiamo rinchiuderli ogni volta». Questa madre non vuole che le scuole vengano chiuse, come invece chiedono da giorni altri genitori. «La scuola in presenza è fondamentale – aggiunge - Gli abbiamo tolto la gioia di stare in classe, condividere, scherzare e imparare e gli abbiamo detto che col vaccino, che è un “dovere” sociale, queste cose gliele avremmo ridate. Non si possono avere le banche, i supermercati, i mezzi pubblici pieni e le scuole vuote. Non è giusto, è destabilizzante. La scuola deve restare aperta anche per un solo studente». La pensa diversamente Francesco Tagliamonte. Da ieri due dei suoi quattro figli, che frequentano la primaria della Cesanella, sono in quarantena. «Vista la situazione, per fermare i contagi è necessario chiudere la scuola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 08:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA