Senigallia, picchiata dal compagno per gelosia. Si rifugia in un centro anti-violenza. «Temo mi possa trovare»

Mercoledì 4 Dicembre 2019
Picchiata dal compagno, decide di lasciarlo
SENIGALLIA - Picchiata nel giorno contro la violenza sulle donne, una 38enne residente in città ha deciso, dopo oltre un anno di soprusi, di lasciare il compagno. Oggi uscirà dall’ospedale, dove è rimasta ricoverata dallo scorso 25 novembre, per seguire un percorso tramite i servizi social e l’Asur. «Ho paura possa farmi ancora del male - racconta la 38enne prima del trasferimento in una località protetta - non tornerò nella nostra casa perché non lo voglio più vedere, ma temo mi possa trovare e fare ancora del male». La donna è entrata nella rete dei centri anti-violenza e c’è chi si prenderà cura di lei portandola in una struttura protetta. La sera del 25 novembre, verso le 23, i carabinieri l’hanno soccorsa nell’appartamento in cui la coppia viveva nel quartiere delle Saline. «Ero uscita per cercare lavoro - racconta - era la verità. Ma quando sono tornata a casa mi ha accusato di essere una bugiarda e di essere uscita per incontrare un’altra persona. Così mi ha picchiato. Io avevo bisogno di lavorare perché lui non faceva nulla e mi chiedeva di continuo soldi per la droga. Quando non glieli davo giù botte». Sono stati propri i militari ad accompagnarla al pronto soccorso. Era stata presa a schiaffi e addosso aveva i segni delle percosse.  © RIPRODUZIONE RISERVATA