Al Laboratorio analisi tutti in fila sotto il sole. La Cisl: «Va potenziata l’assistenza domiciliare»

Domenica 9 Agosto 2020
Al Laboratorio analisi tutti in fila sotto il sole. La Cisl: «Va potenziata l’assistenza domiciliare»
SENIGALLIA - Gente in coda sotto il sole, fuori dal laboratorio analisi. «E’ vero che oramai il laboratorio non c’è più a Senigallia - lamenta il Comitato cittadino per la difesa dell’ospedale - infatti per ritirare i referti online si clicca “Ospedale Jesi”, ma lasciare i cittadini sotto il sole o sotto la pioggia, senza riparo alcuno è da terzo mondo. E’ stato ridotto il personale di sportello, tecnici e biologi”».

 
Sull’ospedale di Senigallia interviene anche la Cisl funzione pubblica di Ancona. «Sul territorio senigalliese occorre potenziare il funzionamento dell’assistenza domiciliare integrata – spiega il referente Alessandro Mancinelli -, rendere strutturali le unità speciali di continuità assistenziale, create in occasione dell’emergenza Covid, inserendo, accanto ai medici, anche figure di assistenza sociale e infermieristica». Non solo. «Anche i front office del Cup, della cassa, dell’anagrafe sanitaria e del laboratorio analisi risentono della mancanza di personale – aggiunge Mancinelli - così come il servizio di farmacia necessita di almeno un operatore tecnico/amministrativo e un dirigente medico. Negli anni anche il distretto ha perso diverse figure amministrative che non sono state reintegrate, con la conseguenza del rallentamento di pratiche e servizi e disagi per gli utenti. L’ufficio personale è al secondo piano e le barriere architettoniche impediscono l’accesso alle persone con limitate capacità motorie o donne con carrozzine. Il Ced infine ha perso in quattro anni quattro unità e deve gestire un parco macchine obsoleto». © RIPRODUZIONE RISERVATA